Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Uccide la moglie in luna di miele, il femminicidio nel resort dove fu girato Laguna blu

Mercoledì 20 Luglio 2022 di Paolo Travisi
Uccide la moglie in luna di miele, il femminicidio nel resort dove fu girato Laguna blu

Una romantica luna di miele, in un paradiso naturale, un resort sulle Isole Fiji. Situazione idilliaca per i neosposi, Bradley e Christie Chen. Eppure la luna di miele, ha virato verso la tragedia più inspiegabile, l'omicidio.

Il mistero della morte

Lo scorso 9 luglio, secondo quanto scrive il Fiji Sun, Bradley Robert Dawson, cittadino americano di 38 anni di Memphis, avrebbe uccisio la sua nuova moglie, Christie di 36 anni, una farmacista, proprio in quel paradiso che negli anni Ottanta, divenne famose come set del film cult, Laguna Blu con Brooke Shields.

«Sono innocente»

Il corpo della donna è stato trovato all'interno di una stanza del resort, ma l'uomo, che si dichiara innocente, non ha saputo spiegare perché sua moglie fosse senza vita. Mercoledì scorso, il marito è comparso davanti a un tribunale di Lautoka, la seconda città più grande delle Fiji, dove il magistrato ha confermato che avrebbe commesso un reato perseguibile, per il quale il prossimo 27 luglio dovrà presentarsi all'Alta Corte delle Fiji.

Il femminicidio

L'omicidio sarebbe avvenuto al Fiji's Turtle Island Resort, un lussuoso resort sulle sole Yasawa, nell'arcipelago delle Fiji, che fu scelto come location per il film di Brooke Shields del 1980 The Blue Lagoon; accoglie solo 14 coppie alla volta e offre ai visitatori l'accesso a spiagge private.

Ultimo aggiornamento: 16:06 © RIPRODUZIONE RISERVATA