La vedova dona un rene all'uomo che 16 anni prima era stato salvato dagli organi del marito: «Ora siamo di nuovo uniti»

Lunedì 29 Giugno 2020
La vedova dona un rene all'uomo che 16 anni prima era stato salvato dagli organi del marito: «Ora siamo di nuovo uniti»
«Ho perso mio marito da 16 anni, eppure non mi sono mai sentita così unita a lui come in questo momento». Così una donna ha commentato l'ennesima buona azione compiuta dalla sua famiglia dopo la morte del marito. Bryan Harrington morì in un incidente sul lavoro nel 2004 e sua moglie Terri acconsentì alla donazione degli organi, che permise di salvare ben quattro diverse vite.

L'incredibile storia di altruismo sconfinato arriva dalla Florida. A vivere grazie agli organi di Bryan era stato in particolare Jeffrey Ganger, un uomo affetto da una grave forma di diabete, che aveva ricevuto un trapianto di rene e di pancreas e che, per questo, aveva voluto incontrare la moglie Terri. I due sono poi diventati amici e questo ha contribuito ad un ennesimo, grande gesto di solidarietà e umanità. Come spiega la Cnn, lo scorso anno anche l'altro rene di Jeffrey aveva finito per collassare e si era reso necessario un nuovo trapianto. Jeffrey lo aveva anche scritto su Facebook e, immediatamente dopo, aveva ottenuto un commento da parte di Terri.

«Te lo donerò io. Pensi che stia scherzando?», aveva scritto la donna. Jeffrey, incredulo, aveva risposto così: «Sì, credevo che non fossi seria». «Seria come un rene nuovo», l'altro commento di Terri. Alla fine, l'ennesimo gesto di altruismo della famiglia Harrington è stato possibile e oggi, nel corpo di Jeffrey, ci sono un rene di Bryan e uno di sua moglie. «Per questo ora mi sento di nuovo insieme a mio marito, anche se sono 16 anni che non c'è più». I medici che hanno effettuato il trapianto hanno elogiato la donna: «La donazione di organi è sempre una giusta causa, ma l'altruismo di Terri va oltre. Con questo gesto ha incrementato notevolmente la qualità e la speranza di vita del suo amico Jeffrey, suo marito ne sarebbe davvero orgoglioso». Ultimo aggiornamento: 23:14 © RIPRODUZIONE RISERVATA