Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

MATTEO RENZI

Ucraina, Renzi: «La Nato e l'Unione europea indichino la Merkel come loro portavoce»

Giovedì 24 Febbraio 2022
Ucraina, Renzi: «La Nato e l'Unione europea indichino la Merkel come loro portavoce»

«Nato e Ue devono rispondere insieme. Spero di vedere domattina non solo le sanzioni già annunciate, ma una risposta politica. La mia proposta, se fossi alla guida delle istituzioni europee è: Nato e Ue dovrebbero insieme indicare un inviato speciale, e solo una personalità politica può farlo, Angela Merkel. È colei che parla a una voce sola per Nato e Ue, sarebbe una mossa importantissima». Lo ha detto il leader di Italia Viva, Matteo Renzi, a Radio Leopolda. «La mia proposta è che Nato e Ue indichino una sola voce, la Merkel».

 

 

 

La condanna

«Condanna netta senza se e senza ma dell'aggressione Russa. Bisogna essere coerenti e conseguenti». Ha dichiarato Matteo Renzi. «Siamo in una fase nella quale Russia e Cina pensano a un nuovo ordine mondiale e su questo Nato e Ue devono far sentire la loro voce. O parlano adesso o rischiano di non toccare più palla nel futuro».

 

 

Le dimissioni

Le dimissioni dal board di Delimobil? «Anche i simboli contano» l'azienda«è guidata da un bravo imprenditore italiano e non rischia chissà che cosa ma, in un momento del genere, penso che sia utile e doveroso dare un segnale. Ho trovato giusto e doveroso dare le dimissioni. Un gesto che spero seguano altri colleghi che, come tanti ex primi ministri tedeschi, francesi, finlandesi, siedono in tanti board internazionali».

 

 

Ultimo aggiornamento: 25 Febbraio, 10:37 © RIPRODUZIONE RISERVATA