Allarme denatalità, Irollo: «Meno proclami e più fatti»

Sabato 14 Maggio 2022
Allarme denatalità, Irollo: «Meno proclami e più fatti»

«Il trend negativo delle nascite, quantificato ieri dall’Istat prevede che nel 2050 saremo 5milioni in meno», lo dichiara in una nota il ginecologo campano Alfonso Maria Irollo, direttore clinico del Gruppo Chianciano Salute Pma, uno tra i più autorevoli esperti di fecondazione assistita. 

«È davvero raccapricciante che con la consapevolezza di questi dati, la politica rimanga indifferente e non si dia da fare per completare e approvare la normativa Lea nazionale sulla sterilità, lasciando alcune Regioni completamente  al di fuori di tali trattamenti o permettendo differenze tra le altre. Si perde tempo in Parlamento, per fare proclami su aspetti marginali della problematica sterilità. Sarebbe inoltre ora, di legittimare la libertà di procreazione delle coppie omosessuali visto il loro giusto riconoscimento e dare la possibilità alle donne single di procreare in Italia e non all'estero.  Mi auguro, che con questi dati che andiamo denunciando da tempo, si facciano più fatti e meno proclami», conclude  Irollo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA