L'influenza quest'anno «sarà preoccupante», Pregliasco: «Non sarà facile distinguere i sintomi dal Covid»

Si valuta l'eventualità di lasciare aperti centri vaccinali Covid

L'influenza quest'anno «sarà preoccupante», Pregliasco: «Non sarà facile distinguere i sintomi dal Covid»
L'influenza quest'anno «sarà preoccupante», Pregliasco: «Non sarà facile distinguere i sintomi dal Covid»
Martedì 15 Novembre 2022, 11:45 - Ultimo agg. 14:44
2 Minuti di Lettura

«Stiamo valutando perché è importante affrontare anche l'emergenza dell'influenza che quest' anno potrebbe essere particolarmente preoccupante». Lo ha detto il ministro della Salute, Orazio Schillaci, rispondendo a una domanda sull'eventualità di lasciare aperti i centri vaccinali Covid sul territorio. «La prossima campagna di vaccinazione riguarderà sia il Covid che l'influenza», ha spiegato aggiungendo che «stiamo organizzando un lancio sulle principali Reti e per quando riguarda i testimonial preferirei avere attori non professionisti».

Influenza e Covid, sintomi simili

Anche il Covid non è un capitolo chiuso. «Le risalite ci sono, le curve ci mostrano che ci sarà un'onda, non un'ondata, e che non sarà pesante. Ma bisogna essere preparati. E con l' influenza stagionale non sarà facile distinguere tra le due patologie». Torna a mettere in guardia sulla doppia insidia dell'inverno alle porte il virologo Fabrizio Pregliasco, docente all'Università Statale di Milano e direttore sanitario dell'Irccs Ospedale Galeazzi-Sant'Ambrogio del capoluogo lombardo, che in un'intervista a 'La Stampa' esprime preoccupazione per l'attuale gestione di Sars-CoV-2 e i suoi possibili effetti sul successo della campagna di ri-vaccinazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA