Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Pregliasco e la quarta dose del vaccino, i social insorgono: «Fasulla». Lui replica: «Mi hanno detto di tutto»

Giovedì 28 Luglio 2022
Pregliasco e la quarta dose del vaccino, i social insorgono: «Fasulla». Lui replica: «Mi hanno detto di tutto»

Fabrizio Pregliasco, il vaccino e le accuse. La foto della somministrazione della quarta dose di vaccino anti Covid postata sui social media «ha scatenato un ingorgo di commenti, una sorta di shit storm, lo immaginavo ma mi sembrava giusto, da ultrasessantenne, far vedere che anche io la facevo. Mi hanno detto di tutto». A parlarne, intervenendo ad Agorà, su Rai tre, è stato il virologo, docente di Igiene e Salute pubblica all'Università Statale di Milano e direttore sanitario dell'ospedale Galeazzi di Milano. «Sapere che arriverà a ottobre un vaccino aggiornato, è stato un elemento che ha raffreddato chi voleva fare la quarta dose con quello oggi disponibile» perché «è passato il messaggio che il vaccino è vecchio e se ne può far a meno». Tra le accuse più "tenere" «Senza guanti l’infermiera» oppure «Sono convinto che lei non si sia mai inoculato il vaccino Covid». «Fasulla come le precedenti? Bravo!»

Ma a pesare sulle poche quarte dosi fatte è anche «l'abbassamento della percezione del rischio: ieri ci sono stati 207 morti, un dato che in altri periodi ci avrebbero spaventato, ma ora ci siamo abituati a questi numeri». Per quanto riguarda il ritorno sui banchi di scuola con le mascherine, ha detto il virologo, «dobbiamo valutare cosa succederà. Il virus con omicron 5 ci ha lasciato spiazzati».

Omicron 5, inizia la discesa? Pregliasco: «Variante Centaurus sarà protagonista della prossima ondata»

Covid, allo studio nuove regole: sul tavolo quarantene

Ad oggi, con le mutazioni che si sono susseguite, il Sars-Cov-2, «un pò si è rabbonito, ma non troppo, e questo fa correre il rischio di banalizzare la malattia». Per l'autunno, quindi, «dobbiamo esser pronti a diversi scenari, sicuramente andrà migliorata la ventilazione delle aule».

 

Ultimo aggiornamento: 29 Luglio, 07:57 © RIPRODUZIONE RISERVATA