Commerciante indiano aggredito:
bottigliate in testa per una cover

Martedì 26 Maggio 2020 di Carmen Incisivo
Brutalmente aggredito da due giovani: ricoverato in codice rosso nel reparto di neurochirurgia dell’ospedale San Leonardo. Sfortunata vittima del terribile episodio di follia che ha seminato il panico nei pressi della stazione ferroviaria di Salerno, un 40enne indiano che versa in gravi condizioni ma non sarebbe in pericolo di vita. Tutto è accaduto ieri pomeriggio in via Vicinanza. Secondo le prime ricostruzioni effettuate dalla polizia municipale intervenuta sul posto, due giovani avrebbero spaccato una bottiglia in testa al 40enne dopo aver tentato di trafugare dal negozio della vittima una cover da cellulare. Si tratta, almeno per il momento, di informazioni sommarie, raccolte al culmine di un pomeriggio di fuoco.

Stando al racconto di alcuni testimoni, l’indiano era seduto di fronte al proprio negozio che affaccia su via Vicinanza. Poco distanti, sulle poltrone di un barbiere, c’erano i due ragazzi. In attesa che l’amico avesse finito, uno dei due si sarebbe introdotto nel negozio dell’indiano infilando nella tasca la cover di un cellulare senza però accorgersi che il proprietario del negozio aveva visto tutto. L’uomo non è immediatamente intervenuto ma ha espresso le proprie rimostranze solo quando i due si stavano allontanando dal negozio senza pagare. Per tutta risposta, uno dei due avrebbe afferrato una bottiglia trovata in strada e l’avrebbe colpito con inaudita violenza. L’indiano è finito per terra, soccorso dai volontari del 118 che lo hanno trasferito al pronto soccorso del Ruggi, poi ricoverato nel reparto di neurochirurgia dove gli è stato riscontrato un trauma cranico facciale con emorragia subaracnoidea.  Ultimo aggiornamento: 13:29 © RIPRODUZIONE RISERVATA