Migranti e volontari allestiscono il centro storico per Natale

Realizzato un albero di Natale fatto con bottiglie di plastica

Migranti e volontari allestiscono il centro storico per Natale
di Pasquale Sorrentino
Giovedì 8 Dicembre 2022, 12:26
3 Minuti di Lettura

Anche quest’anno si è ripetuto l’addobbo natalizio in piazza dei Parlamenti, nel centro storico di Polla, a cura dell’associazione Lilium, del Sai Minori di Polla, del Sai ordinario di Polla e della Parrocchia di San Nicola dei latini e Santa Maria dei Greci. Il progetto Sai è il Sistema Accoglienza Integrazione di migranti.

E anche quest’anno l’installazione è stato un evento gioioso e divertente.

Una vera festa in quanto ha visto la partecipazione e la cooperazione delle varie organizzazioni coinvolte (circa 30 migranti). L’anno scorso a causa del Covid si è evitato, gli organizzatori si sono limitati a dividersi i ruoli, invece quest’anno il lavoro è stato comune. “Potremmo definirlo un evento di vera inclusione, dove è emerso la voglia di condividere e creare qualcosa per il bene e il bello comune”, fanno sapere dall’associazione Lilium guidata dalla presidentessa Teresa Calvino. L’iniziativa oltre a voler addobbare la piazza del centro storico è portata avanti anche per lanciare alcuni importanti messaggi come l’inclusione sociale e l’ecosostenibilità. “Tutto il materiale utilizzato – hanno aggiunto da Lilium -, infatti, è stato prodotto dai ragazzi accolti dal progetto Sai di Polla, grazie al prezioso e inarrestabile supporto delle operatrici e degli operatori per la collettività che li ospita. Inoltre i materiali sono tutti di riciclo e le luminarie sono con la ricarica a batteria”.

Video

“Per il secondo anno consecutivo – ha rimarcato Rosa De Maio coordinatrice del progetto SAI gestito dalla cooperativa sociale Tertium Millennium del presidente Antonello Calandriello – abbiamo aderito alle iniziative natalizie portate avanti dall’associazione Lilium attraverso la realizzazione di alcuni laboratori che hanno portato alla realizzazione dell’albero di Natale fatto con bottiglie di plastica o il trenino composto con le cassette della frutta. Sono piccole azioni che rientrano nei processi quotidiani messi in atto per l’integrazione dei migranti accolti”.

Soddisfazione per questa iniziativa è stata anche espressa dall’associazione “Il Sentiero” guidata da Fiore Marotta che gestisce il centro Sai per minori.

© RIPRODUZIONE RISERVATA