Molestie durante le lezioni di piano,
sei anni all'insegnante di musica

di Viviana De Vita

1
  • 46
Molestava i suoi giovanissimi alunni “accarezzandoli” nelle parti intime durante le lezioni di piano tenutesi in una scuola media della periferia ebolitana. Sei anni ed 8 mesi di reclusione per il docente di musica finito agli arresti domiciliari nel marzo 2017 con l’accusa di violenza sessuale ai danni di cinque minorenni ed incastrato in seguito ad una complessa attività investigativa partita dalla denuncia di un 16enne, parte civile nel procedimento attraverso l’avvocato Luigi Spanpinato, molestato a bordo di un autobus lungo la tratta Battipaglia–Eboli. La sentenza è stata pronunciata ieri dal gup del tribunale di Salerno Marilena Albarano che, all’esito del rito con il giudizio abbreviato, ha comminato all’uomo, assistito dall’avvocato Luigi Gargiulo, una pena più alta rispetto a quella avanzata dal pubblico ministero al termine della sua requisitoria. Concessa una provvisionale di 5mila euro al 16enne adescato sul bus dal quale sono partite le indagini. Non si sono invece mai presentati per chiedere i danni, gli ex alunni del docente, vittime delle sue attenzioni morbose e che hanno vuotato il sacco solo dopo la coraggiosa denuncia del 16enne che, pur non conoscendo le generalità del docente, lo riconobbe tra alcune foto mostrategli dai carabinieri. 
Giovedì 14 Febbraio 2019, 06:30
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2019-02-14 07:01:43
I carabinieri già avevano le sue foto quindi era carta canosciuta

QUICKMAP