Troppe prescrizioni, Equitalia
condannata a rimborsare il Comune

equitalia
di Rossella Liguori

Troppe prescrizioni sulle multe, la Corte dei Conti ha condannato Equitalia a rimborsare il Comune di Sarno.  Accertato il mancato introito di somme iscritte a ruolo per sanzioni del Codice della Strada, prescrittesi per la mancata notifica, così il gruppo di riscossione dovrà ora risarcire il Comune dei danni finanziari arrecati e dovrà anche  pagare le spese legali che l'ente era stato costretto a versare per i giudizi persi a causa del comportamento della stessa Equitalia. Si conclude una vicenda che aveva destato scalpore quando il vicesindaco ed assessore al bilancio, Gaetano Ferrentino, accortosi di ammanchi dovuti a delle sviste e negligenze di Equitalia, aveva fatto avviare accertamenti e verifiche. Gli uffici comunali aveva appurato dei mancati introiti su tantissime prescrizioni che si sarebbero potute evitare se solo la società avesse avviato la propria azione di sollecito e di riscossione. Somme dovute e mai entrate nelle cass e del comune. Equitalia si era giustificata parlando di decessi, spiegazione non sufficiente visto che in casi simili ci si rifà agli eredi della persona deceduta. Oggi la Corte dei Conti ha sancito la responsabilità. "Abbiamo visto giusto  - ha sottolineato l'assessore Ferrentino - a indirizzare verso le azioni di responsabilità a tutela della comunità e delle casse dell'Ente". "Sebbene non si parli di grosse somme - ha dichiarato l'assessore al contenzioso, Eutilia Viscardi - si tratta di un precedente favorevole che aprirà la strada ad altri giudizi per il recupero di somme perse a causa dell'inadempimento di Equitalia".
Venerdì 13 Ottobre 2017, 17:16 - Ultimo aggiornamento: 13-10-2017 17:16
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP