Variante Omicron, diretta: due casi in Danimarca e 13 positivi in Olanda, arrivano tutti dal Sudafrica

La situazione nel mondo è in continua evoluzione. E i nuovi casi preoccupano

Domenica 28 Novembre 2021
Variante Omicron, due casi confermati in Australia: sono passeggeri provenienti dal Sudafrica

Continuano ad aumentare i casi segnalati e confermati di variante Omicron in tutto il mondo. Dopo quelli in Australia, dove le autorità hanno reso noto di aver diagnosticato due contagi della variante Omicron del virus del Covid-19 su passeggeri provenienti dal Sudafrica, ne sono stati segnalati altri 13 di passeggeri che hanno viaggiato anche loro dal Sudafrica fino in Olandache fanno parte dei 61 già segnalati positivi nella giornata di ieri. Tutti i positivi sono stati messi in quarantena in un hotel vicino l'aeroporto di Schiphol. 

Varianti, la sudafricana è la più pericolosa. Domande e risposte

Due casi in Danimarca, vengono dal Sudafrica

La variante Omicron è arrivata anche in Danimarca. Lo ha riferito l'Istituto di sanità di Copenaghen, secondo cui sono stati confermati due casi di contagio con il nuovo ceppo di Covid: le due persone positive sono arrivate in Danimarca con un volo dal Sudafrica e sono ora in quarantena, mentre ai loro contatti stretti è stato ordinato di mettersi in isolamento.

Israele chiude le frontiere

Israele intanto ha deciso di chiudere completamente le sue frontiere per prevenire l'arrivo di persone contagiate dalla variante, dopo aver annunciato ieri l'interruzione dei voli dall'estero. 

Non tutto il governo israeliano ha condiviso le scelte del premier Nafatali Bennett. Il ministro di grazia e giustizia Gideon Saar - elemento di peso della coalizione di maggioranza - ha votato contro le misure. «Ho sostenuto le proposte precedenti di bloccare gli arrivi dai Paesi africani», ha detto ai media. Ma ha subito aggiunto di non concordare con le decisioni successive che - ha spiegato - «non ritengo giuste, come le restrizioni sugli arrivi degli israeliani e il completo fermo del turismo verso Israele». Restrizioni ingiustificate a giudizio di Saar «dati i fatti attualmente noti». Il ministro ha poi messo in guardia «sui significativi costi economici» derivanti dalle misure previste dal governo. Israele e il mondo - ha sottolineato - «dovrà vivere per un periodo non noto di tempo con il covid, con una mutazione e l'altra. Dobbiamo mantenere la nostra economia e routine di vita e imporre restrizioni quando è effettivamente necessario. E sconsiglio di farlo senza ragioni molto, molto, importanti». Le misure del governo entreranno in vigore questa sera a mezzanotte e resteranno in vigore per 14 giorni.

Le Maldive chiudono a 7 Paesi

Anche le Maldive hanno deciso, da oggi, di vietare l'ingresso ai viaggiatori provenienti da Sudafrica, Botswana, Zimbabwe, Mozambico, Namibia, Lesotho ed Eswatini. Lo ha reso noto il ministero della Salute dell'arcipelago spiegando che le persone arrivate da questi Paesi negli ultimi due giorni dovranno rispettare una quarantena di due settimane. Lo riporta il Guardian.

La variante Omicron spaventa l'Europa

Casi segnalati, oltre al primo in Italia (un manager di Caserta passato anche da Fiumicino e Milano di ritorno dallo Zimbabwe), in Gran Bretagna, in Olanda, in Germania, in Repubblica Ceca e anche in Austria, in Tirolo. Due persone in Gran Bretagna sono state trovate infette dalla nuova variante Covid, Omicron, ha detto il segretario alla salute. Sajid Javid ha affermato che l'Agenzia per la sicurezza sanitaria del Regno Unito ha rilevato casi (collegati tra loro) a Chelmsford ea Nottingham. I due contagiati sono in autoisolamento insieme alle loro famiglie mentre sono in corso ulteriori test e tracciamento dei contatti. 

In Germania due sono i casi confermati: «La variante Omicron è già arrivata in Germania con grande probabilità», ha twittato Kai Klose, ministro degli affari sociali nello stato occidentale dell'Assia, riferendosi al ceppo rilevato per la prima volta nell'Africa meridionale. «Il sequenziamento totale non è stato ancora effettuato», ha chiarito il ministro per gli Affari sociali e l'integrazione, ma «c'è un alto sospetto» che la persona trovata positiva, ora in isolamento a casa, abbia contratto la variante sudafricana. «Se siete tornati dall'Africa meridionale la scorsa settimana - ha poi avvertito Klose - limitate i vostri contatti e fate il tampone». Un caso sospetto, da persone provenienti dall'Egitto, è segnalato anche in Repubblica Ceca. 

 

 

Ultimo aggiornamento: 15:40 © RIPRODUZIONE RISERVATA