Covid, lo scienziato britannico in Parlamento: «Il vaccino non basterà, il virus diventerà come influenza stagionale»

Martedì 20 Ottobre 2020 di Michele Galvani
Covid, lo scienziato britannico: «Il vaccino non basterà, il virus diventerà come un'influenza stagionale»

«È "improbabile" che il vaccino contro il Covid fermi completamente le infezioni e la malattia potrebbe non scomparire mai del tutto». Parola di Patrick Vallance, il capo consigliere scientifico del governo britannico, che ha fatto il punto della situazione. Il medico e scienziato ha sottolineato come il vaiolo sia stata l'unica malattia «mai completamente debellata» e che, in futuro, curare questo virus potrebbe diventare più simile a un evento da trattare «come l'influenza stagionale». Insomma, la strada è ancora lunga.

 

Lunedì sera Vallance ha parlato davanti a una commissione parlamentare: «Penso che sia improbabile che ci ritroviamo con un vaccino veramente sterilizzante, direi che è probabile che questa malattia circolerà e sarà endemica». Chiaramente «man mano che la gestione migliora, quando saremo vaccinati, si ridurrà la possibilità di infezione. Ma anche la gravità della malattia. E questa potrebbe essere la direzione in cui finiremo per andare».

Covid, Locatelli: «Prime vaccinazioni in primavera, sui tamponi serve una strategia»

Vaccino Covid entro novembre? L'immunologa Viola: «Non vuol dire che arriveranno le dosi»

Sir Patrick ha anche specificato al Comitato per la Strategia di Sicurezza Nazionale che ritiene «improbabile» che un vaccino fosse disponibile per «qualsiasi tipo di uso diffuso nella comunità almeno prima della primavera del prossimo anno». Per lui adesso è importante non «promettere troppo». Sir Jeremy Farrar, direttore della fondazione di ricerca medica Wellcome Trust e membro dello Scientific Advisory Group for Emergencies (SAGE) del governo, ha detto a Sky News che più di un vaccino sarà disponibile prima del prossimo aprile. Ci sono attualmente tre sperimentazioni sui vaccini in corso nel Regno Unito, con un vaccino AstraZeneca - sviluppato dall'Università di Oxford - in studi di fase tre.

Lockdown Italia, da Halloween a Capodanno le feste spaventano le famiglie: «Troppi assembramenti»

Lunedì alla Camera dei Comuni, il segretario alla Sanità Matt Hancock ha detto ai parlamentari che «nessuna tecnologia vaccinale è certa» ma ha detto che il governo «deve essere pronto a distribuire un vaccino non appena sarà disponibile in modo sicuro». Tutti auguriamo «ogni bene ai nostri scienziati in questo lavoro fondamentale e daremo loro tutto il supporto di cui potrebbero aver bisogno», ha detto Hancock.

 

 

Ultimo aggiornamento: 13:41 © RIPRODUZIONE RISERVATA