La filosofia del ragù come a casa: Tandem apre anche al Vomero

di Rossella Grasso

  • 899
Mentre i più ancora si chiedono «perché non ci ho pensato io prima?», Tandem, la casa del ragù, apre un nuovo ristorante al Vomero. Per la prima volta la catena esce dal centro storico per approdare in collina. Quella di Tandem è una storia di successo nata proprio dalla domanda che in tanti continuano a porsi: «Perché non esiste un posto dove si mangia solo ragù?». A porsi il quesito è stata Manuela Mirabile, giovane imprenditrice di 34 anni, che qualche anno fa ha deciso con un gruppo di amici di scommettere su una delle cose più sacre per i napoletani. In pochi anni Tandem ha aperto 5 punti vendita in città tra cui un take away e una scarpetteria e ha raggiunto circa 40 dipendenti, tutti giovani.

«Tandem è un’idea che nasce per gioco – racconta Manuela Mirabile – Vivevo all’estero ed ero tornata a Napoli per andare a trovare mia nonna. Quella sera stavamo mangiando il ragù. Ci siamo chieste perché non esistono posti dove si sta bene come a casa e dove si mangia il ragù? Cosa c’è di più bello che farsi la scarpetta di ragù? Così ho coinvolto i miei amici, pazzi quanto me, e abbiamo iniziato questa avventura. All’inizio nessuno credeva che avrebbe avuto successo. Il ragù è una cosa seria, come dice Eduardo. Però noi abbiamo conquistato l’affetto dei napoletani. Le signore napoletane sono arrivate da noi un po’ scettiche. Alla fine dicono: Il mio è più buono però la domenica me lo vengo a mangiare da te».
 

La ricetta di Tandem non è quella della nonna di Manuela ma è stata lei a scegliere il cuoco. La ricetta della genovese, che si può gustare in uno dei locali del centro, quella sì che è della nonna. «Un piatto come il ragù evoca tenerezza – racconta Manuela – Fa tornare tutti bambini perché al ragù sono legate scene di familiarità e di infanzia. Ci sono anche molti stranieri o emigrati all’estero che tornano in Italia, mangiano il ragù e ricordano con le lacrime agli occhi i sapori di quando erano bambini. È un piatto che riunisce tutti». Il segreto del successo? «Il brio, il rispetto per la tradizione e un pizzico di innovazione». Ogni ristorante Tandem è caratterizzato da piatti tipici: in uno si mangia la scarpetta, in un altro la genovese, in un altro ancora il pesce con la genovese di polipo. Al vomero il piatto forte sono le parigine di ragù. «Le innovazioni partono sempre dalla tradizione – conclude Manuela – Al vomero abbiamo introdotto la parigina al ragù e altri piatti come il sartù di riso e la lasagna ragù. Avremo anche la polenta al ragù e gli spicchi di polenta fritta al ragù».
Giovedì 14 Febbraio 2019, 12:43
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP