Leonardo Di Caprio turista a sorpresa a Firenze: «Ecco perché mi chiamo così»

Di Caprio cerca le origini del suo nome. A Firenze, ammirando le opere di Leonardo
Di Caprio cerca le origini del suo nome. A Firenze, ammirando le opere di Leonardo
di Paolo Travisi
Mercoledì 20 Luglio 2022, 10:47 - Ultimo agg. 13:35
3 Minuti di Lettura

Russell Crowe che ritorna al Colosseo, il muscolare Jason Momoa alla Cappella Sistina e Leonardo Di Caprio, emozionato davanti all’Annunciazione del genio di Vinci. L'Italia post-Covid brulica di star che vengono in vacanza nel nostro paese e si emozionano, talvolta si commuovono, ammirando i capolavori degli artisti del passato.

Giovanni Allevi, morta la sorella Maria Stella: «Gesto volontario?»

Di caprio e le origini

Di Caprio, con l'Italia ha un legame particolare. Sua madre, incinta di lui, visitò Firenze e gli Uffizi e fu proprio durante quel viaggio, che diede a suo figlio il nome di Leonardo, in onore al genio del Rinascimento, Leonardo Da Vinci.

Come sempre mimetizzato da turista, per evitare sguardi indiscreti, Leo indossava cappellino, occhiali scuri, ma aveva al suo fianco tre guardie del corpo; ad accompagnarlo nelle stanze affrescate dal Vasari, il sindaco di Firenze, Dario Nardella ed il direttore della Galleria Eike Schmidt.

Di Caprio appassionato di arte

L'attore, premiato con l'Oscar per Revenant, ha visitato lo Studiolo di Francesco I e il Salone dei Cinquecento, fin sopra le capriate, laddove il regista Ron Howard con Tom Hanks ha girato “Inferno“. Divertito e interessato, alla fine dell'itinerario museale ha anche firmato il Libro d’Onore.

Ad attirare maggiormente la sua attenzione, pare siano stati proprio i tre dipinti del genio Da Vinci: Annunciazione, Adorazione dei Magi e il Battesimo di Cristo. Prima di recarsi a Palazzo Vecchio, DiCaprio ha fatto tappa anche al Duomo di Firenze, dove si è intrattenuto ad ammirare la cattedrale e, dal basso, la cupola del Brunelleschi ma senza salirvi sopra. Il 47enne, sarebbe giunto in Italia con un jet privato per un impegno di lavoro, ed avrebbe scelto Firenze, alla ricerca delle sue origini.

© RIPRODUZIONE RISERVATA