Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Marilyn Monroe, polemica per la statua che «promuove upskirting e misoginia»

Mercoledì 19 Maggio 2021
Marilyn Monroe, polemica per la statua che promuove upskirting e misoginia

Il ritorno di una gigantesca statua di Marilyn Monroe a Palm Springs, in California, ha generato un fiume di polemiche, suscitando il malcontento di quanti affermano che il film di riferimento, Quando La Moglie è in Vancanza (The Seven Year Itch, 1955), promuova misoginia e upskirting. La statua alta "26 piedi", è in acciaio inossidabile e alluminio, ritrae la star del cinema con un abito bianco mentre si trova sopra la famosa grata della metropolitana.

Biancaneve e il bacio non consensuale dato dal principe azzurro: la polemica su Disneyland

NPR riferisce che la scultura, "Forever Marilyn" precedentemente installata in città dal 2012 al 2014 è ora fissata permanentemente a Coachella Valley. Un motivo di contentezza per gli operatori turistici che sperano in un incremento del turismo locale grazie ad essa. La scultura di Marilyn, riporta il The Indipendent, sarà esposta all'ingresso del Palm Springs Art Museum, con il retro dell'icona e la sua sottogonna di fronte ai visitatori che lasciano l'edificio.

 

A lanciare la polemica è Louis Grachos, direttore del Palm Springs Art Museum, che ha dichiarato alla radio: «Il pensiero di quei ragazzi che lasciano il nostro museo e hanno la prima cosa che vedono è che gli indumenti intimi e la biancheria intima di questa enorme scultura di Marilyn sarebbero altamente offensivi». E già una petizione è stata lanciata per protestare contro la statua "misogina" e "iper-sessualizzata". «Starà letteralmente prendendo in giro il museo», «È palesemente sessista. Costringe le persone quasi a fare la gonna», sostengono i sostenitori della petizione. 

Donne predicatrici, ok in Germania: nuovo atto di disubbidienza dopo la benedizione alle coppie gay

L'amministratore delegato del Palm Springs Hilton e il capo di PS Resorts, Aftab Dada, ha affermato invece che l'opera rende molto felice la "maggioranza" delle persone e che l'installazione «non farà altro che avvantaggiare la città di Palm Springs».

Ultimo aggiornamento: 20 Maggio, 08:32 © RIPRODUZIONE RISERVATA