«In paradiso non si fa sesso»: la frase del predicatore scatena i social

«In paradiso niente sesso. Non ci sono servizi igienici e le persone non si riproducono». Le parole del predicatore egiziano, Khalid al-Joundi, pronunciate durante un programma in onda sul canale 'Dmc', hanno forse deluso le aspettative dei jihadisti che sognano le 72 vergini promesse da Allah in caso di martirio, ma di certo hanno scatenato i social. «Nel momento in cui moriamo non abbiamo più organi riproduttivi né l'apparato escretore. Non ci sono feci né urina. Sto discutendo di questo nel dettaglio perché questa parte ha sempre creato un problema per la gente», ha scandito al-Joundi, chiarendo ai suoi spettatori che farebbero bene a non farsi troppe illusioni sulla vita nell'aldilà. Per approfondire il concetto il predicatore ha sostenuto che «non ci sono toilette nell'aldilà. Le persone non si riproducono in paradiso, né ci sono gravidanze. Non ci sono relazioni sessuali. È un posto che è al di sopra delle cose che facciamo in questo mondo».

Poche ore dopo la trasmissione, le parole di al-Joundi erano già diventate un 'cult' in rete con decine di commenti sarcastici, meme e video che ironizzavano sulle idee del predicatore. «Forza gente, fate tutto in questo mondo», urla una donna in uno dei tanti meme sull'argomento che circola sul web. E in un altro si afferma che «Al-Joundi quest'anno sta gestendo il marketing dell'inferno». L'ondata di commenti ironici ha ferito nell'orgoglio il predicatore, il quale sempre in tv ha replicato che le sue «parole hanno messo in mostra gli hater e i nemici dell'Islam». Secondo al-Joundi, la sua posizione sull'aldilà è un «duro colpo» per le organizzazioni terroristiche che spesso «adescano i giovani dicendo loro che avranno piacere sessuale in paradiso».
Venerdì 7 Dicembre 2018, 15:43 - Ultimo aggiornamento: 07-12-2018 15:47
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP