Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Will Smith piange durante il suo discorso dopo l'Oscar e il pugno a Chris Rock: «L'amore mi fa fare cose folli»

Lunedì 28 Marzo 2022
Will Smith piange durante il suo discorso dopo l'Oscar e il pugno a Chris Rock: «L'amore mi fa fare cose folli»

Will Smith ha vinto l'Oscar come miglior attore protagonista per il suo ruolo di King Richard, il padre delle sorelle del tennis Venus e Serena Williams. Ma il suo discorso, nel quale l'attore americano si è commosso, è frutto di quanto successo pochi minuti prima, quando è salito sul palco e ha dato un pugno in diretta davanti a tutto il teatro a Chris Rock (che aveva fatto una battuta sull'alopecia della moglie). Un discorso nel quale si è lasciato andare, mostrado una fragilità sconosciuta ai più e raccontando un aneddoto: durante una pubblicità dopo il fattaccio, Denzel Washington gli si è avvicinato e gli avrebbe detto che «è proprio nel momento più alto che il diavolo viene a tirarti la manica». Ecco il discorso integrale. 

Will Smith, il discorso agli Oscar

«King Richard era un difensore accanito della sua famiglia. In questo momento della mia vita io sono sopraffatto per quello che Dio mi chiede di fare e di essere. Sono stato chiamato in questa vita per amare e proteggere le persone, devo essere un fiume per le mie persone. Per fare quello che facciamo dobbiamo essere in grado di sopportare chi parla male, ci sono persone che non portano rispetto e bisogna tenere il sorriso per far vedere che va tutto bene. Denzel Washington in una pausa mi ha detto che è nel momento più alto che il diavolo viene a tirarti la manica. Io voglio essere come un veicolo dell'amore e voglio ringraziare Venus e Serena e tutta la famiglia Williams per avermi affidato la loro storia. Voglio essere un ambasciatore di questo tipo di amore, cura e attenzione. Vorrei scusarmi con l'Academy e gli altri miei colleghi e candidati. Questo è un momento bellissimo e non sto piangendo perché ho vinto un premio, un Oscar, ma perché è possibile proiettare luce su tutto il cast, la troupe, su tutta la famiglia Williams. L'arte imita la vita e io forse mi sto comportando come un papà pazzo come Richard, ma l'amore mi fa fare cose folli. A mia madre, la vita in questo momento è complicata per me. Volevo ringraziarvi per questo onore e questo momento. Ringrazio l'Academy e spero che mi invitino ancora su questo palco».

Ultimo aggiornamento: 06:29 © RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche
caricamento