Antonio Coggio è morto, addio al compositore “papà” delle star. Da Baglioni a Mia Martini, una vita nella musica

Martedì 19 Ottobre 2021
Antonio Coggio, addio al compositore papà delle star. Da Baglioni a Mia Martini, una vita nella musica

Antonio Coggio, compositore, arrangiatore e produttore discografico tra i più importanti, è morto oggi a Roma, all'età di 82 anni. Gli amici e tutti gli artisti che ha scoperto e preso per mano e curato con amore per il talento e l'arte della canzone, lo chiamavano Tonino. Tantissimi devono molto a Coggio: da Claudio Baglioni a Ivano Fossati, da Mia Martini a Mariella Nava, da Mimmo Cavallo a Fiorella Mannoia, da Luca Barbarossa a Stefano Rosso. Tonino ha seguito tante star della musica, sin dai primi passi, fin dalle prime melodie, arraggiamenti. Oggi lo piangono, lo ricordano e lo ringraziano. 

Star in the Star, chiude in anticipo lo show con Ilary Blasi: giovedì la semifinale

 

 

 

«Addio caro Tonino - scrive Claudio Baglioni sui social - attraverso me ti saluta e ti abbraccia un'ultima volta quel ragazzo non ancora diciottenne in cui credesti subito e che accogliesti nella tua piccola famiglia e nella tua grande amicizia. Se in tutto questo tempo ho combinato qualcosa di buono, il primo complice sei stato tu. Te ne sarò sempre grato», conclude.

Sono innumerevoli le canzoni scritte, arrangiate o prodotte da Antonio Coggio: oltre a quella che è stata definita la canzone del secolo, Questo piccolo grande amore, e ai primi album di Baglioni, Coggio ha prodotto anche hit come Pensiero stupendo e Pazza idea di Patty Pravo, per citarne solo alcune. Per Mariella Nava era un caro amico di famiglia. Lo piange, commossa: «La sua vita è stata dedicata solo alla musica. È stato veramente un mito. Un grande ed una grande persona, generosa - conclude con gratitudine - e amata da tutti davvero».

 

Ultimo aggiornamento: 20 Ottobre, 16:12 © RIPRODUZIONE RISERVATA