Gerry Scotti e il Covid: «Mia moglie Gabriella, asintomatica, era andata a trovare dei parenti...»

Martedì 24 Novembre 2020
Gerry Scotti (Instagram)

Gerry Scotti ha contratto il Covid e per lui non è stato un periodo facile. Trasportato in ospedale, per fortuna non in terapia intensiva, Gerry Scotti è poi tornato a casa, da dove si è collegato, come fatto da Carlo Conti, alla sua trasmissione “Tu si que vales”. Passato il pericolo, Il conduttore racconta come pensa di aver preso il coronavirus

 

La moglie di Gerry Scotti era asintomatica ed è andata a trovare i parenti: “Mia moglie Gabriella, asintomatica – ha spiegato a “Tv, sorrisi e canzoni” -  era andata a trovare dei parenti poi risultati positivi. Quindi ci siamo isolati e divisi: lei a casa, io al piano di sotto, ma non è bastato”.

 

Dalla sua parte i medici che l’hanno aiutato, mentre lui scambiava consigli con l’amico Carlo Conti: “Mi sono affidato ai medici e comunicavo ogni loro decisione a Carlo Conti che, guarda i casi della vita, era pure lui in ospedale. Ci scrivevamo ogni giorno: “A te quanti litri di ossigeno oggi?”… Sembravamo i vecchietti del “Muppet Show”….”.

 

Gerry Scotti, dimagrito oltre 10 chili, ha già raccontato che, durante la sua permanenza in ospedale, è dovuto ricorrere al casco per l'ossigeno per i problemi respiratori dovuti all'infezione. Un'esperienza che lo ha toccato profondamente: “Non è stata una passeggiata – ha spiegato - Ho visto la storia vera. Tutti sperano di non prenderlo, quando lo prendi speri che sia una di quelle forme per cui te la cavi con la tachipirina... Vedevo dal mio letto quelli della terapia intensiva”.

Ultimo aggiornamento: 18:32 © RIPRODUZIONE RISERVATA