Pamela Prati, lo sfogo a Verissimo: «Mi sposo a maggio, le nozze saranno in chiesa»

ARTICOLI CORRELATI
Pamela Prati si sposerà in chiesa il prossimo maggio. Lo ha annunciato a Verissimo da Silvia Toffanin. «Il matrimonio ci sarà a maggio e sarà religioso. Ho querelato tutti. Ci stanno rovinando questo bel momento», ha detto Pamela Prati, facendo chiarezza sulla verità riguardo alle sue prossime nozze che stanno occupando i maggiori talk show televisivi, giornali e siti. «Sarà un matrimonio religioso, mi sposerò davanti a Dio perché sono molto cattolica» precisa.

Pamela Prati, Barbara d'Urso mostra le foto del fidanzato ma l'agente smentisce: «Non è lui»

Del mistero sul futuro sposo, su cui non compaiono notizie o immagini, a Silvia Toffanin risponde: «Marco Caltagirone, non si chiama Mark, ha 54 anni, è riservatissimo e timido. Noi abbiamo scelto di mostrarci insieme solo a Verissimo, il giorno del matrimonio. Confermo che solo Verissimo entrerà al nostro matrimonio con le sue telecamere e lì finalmente conoscerete l'altra mia metà». «Perché avrei dovuto inventare una cosa del genere? - domanda - Basta, devono smetterla davvero. Ci sono in Italia problemi molto più grandi e invece parlano di me». «Dicono addirittura che sono stata stregata dalle mie due agenti, che l'ho fatto per soldi o per tornare in auge. Purtroppo certe persone gioiscono più della tua infelicità che della tua gioia. Ci stanno rovinando questo bel momento».

 


«Non c'è persona più vera di me. Le persone vere a volte non vengono capite. Mi hanno deluso questi finti amici che dicono nelle trasmissioni che mi vogliono bene e poi nessuno che mi ha mandato un messaggio chiedendomi come sto. Dopo tutto quello che è successo dovrò rivedere la lista degli invitati». «Ho querelato tutti. Mi sono rivolta ad un avvocato notissimo - precisa - perché sono situazioni in cui bisogna intervenire legalmente». Sui suoi progetti familiari dice: «Di bambini non voglio parlare, perché ho paura che tutto ritorni contro di me». Il futuro marito «è provato come me» rivela e aggiunge: «trent'anni di claustrofobia, senza prendere aerei e ascensori, grazie all'amore ora prendo l'aereo, il treno. Ecco l'amore che cosa fa. Dopo il matrimonio andremo a vivere all'estero ma non definitivamente, adesso che non ho più paura di volare vado e torno».
Venerdì 19 Aprile 2019, 15:28 - Ultimo aggiornamento: 19-04-2019 16:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2019-04-19 17:49:57
Certo che hai aspettato un sacco di tempo a fare il grande passo: sposati e chiudila qui, per favore.

QUICKMAP