Zazzeri, dall'argento di Tokyo
alla lezione di Lello Esposito

Mercoledì 15 Settembre 2021
Zazzeri, dall'argento di Tokyo alla lezione di Lello Esposito

Non capita tutti i giorni una simile soddisfazione: la propria firma su un quadro accanto a quella di un artista internazionale come Lello Esposito. Lorenzo Zazzeri, nuotatore medaglia d'argento ai Giochi di Tokyo con la staffetta 4x100, è stato nell'atelier del maestro napoletano, in via San Domenico Maggiore, perché è un appassionato di pittura. L'atleta azzurro, in questi giorni impegnato a Napoli nelle gare del torneo Isl, ha ricevuto in omaggio un'opera di Esposito dedicata al nuoto e ai Giochi e ha potuto firmarla.

Un Pulcinella che nuota in un mare agitato in direzione della sua Napoli e si aggrappa ad un cerchio olimpico perché dallo sport può avvenire la rinascita, perché in periodo di Covid le piscine hanno sofferto tantissimo, perché il nuoto è protagonista, con la International Swimming League di uno degli appuntamenti clou del settembre napoletano. Questa l'opera a quattro mani di Esposito e Zazzeri. Una visita tra i Pulcinella e i San Gennaro della tradizione che il maestro Esposito ha raccontato al nuotatore nel quale cresce una passione per l'arte. Zazzeri racconta: «Il mio allenatore dice: “Te sei un arnese”. Nel senso che metto la mia creatività in vasca e sono in grado di fare delle prestazioni eccezionali. La visita all'atelier del maestro Esposito è stata emozionante perché sento dentro l'arte, realizzo opere su commissione ma voglio capire come crescere con lei».

«Abbiamo gettato un seme dentro di lui deve perseguire la sua strada e liberarsi da steccati e convenzioni. L'arte è libertà, è espressività», ha detto Esposito, che aveva già fatto alcune opere dedicate allo sport, dal mito Maradona alle Olimpiadi.

In questa giornata sono previste per gli atleti del torneo Isl la visita al Mann e la partecipazione alla festa dello sportivo organizzata dal Circolo nautico Posillipo.

Ultimo aggiornamento: 12:15 © RIPRODUZIONE RISERVATA