De Gennaro: «Erkmaa per ora resta
con la Scandone»

Sabato 21 Dicembre 2019 di Giovanbattista La Rosa
In questo campionato di serie B le partite domenicali non sembrano essere il primo problema della Scandone. Coach De Gennaro ed suoi atleti provano a mantenere l'attenzione focalizzata sui 28 metri del rettangolo di gioco, ma diviene impossibile pensare solo al campo quando tutto il resto è una incognita. Più di Matera, avversario di domani al PalaDelMauro, si ha paura di tutto ciò che accade attorno al club. Ogni settimana c'è una sorpresa inaspettata. L'ultima è stata piuttosto tormentata iniziata con la mancanza di corrente al palazzetto, proseguita con l'insediamento di Luciano Basile in qualità di liquidatore ed in ultimo le avance, insistenti, della Napoli di Sacripanti ad Hugo Erkmaa. «Cerchiamo di essere positivi ed ottimisti», dichiara coach De Gennaro in conferenza stampa. Il tecnico riesce a mantenere il sorriso nei momenti più complicati, nasconde la rabbia e cerca di tenere unito il gruppo. «Le problematiche non mi condizionano afferma il coach ma le preoccupazioni ci sono. E' giusto, tuttavia, che sia carico per dare alla squadra l'energia di cui ha bisogno per disputare il campionato e raggiungere la salvezza». Le parole arrivate in settimana da parte del liquidatore Basile non hanno distribuito certezze, anzi.
La Scandone è un film incompiuto, in cui lo sceneggiatore ha lasciato il finale aperto a più conclusioni. Per dare futuro al club è necessario che la Sidigas abbia l'ok dal Tribunale per la ristrutturazione del debito. A metà gennaio si avranno i primi responsi, ma per la squadra potrebbe essere tardi. «Non sono preoccupato ribadisce Gennaro mi hanno dato delle garanzie, tutti stanno lavorando per far in modo si possa chiudere al più presto questa vicenda. Sapevamo quali potessero essere le problematiche. E' cambiata adesso la gestione dell'attuale Scandone, tutto è nel mani di un liquidatore. Entrate ed uscite dipenderanno da lui e da quello che accadrà nelle prossime settimane». Si sta cercando di risolvere la situazione lodi, arrivando a degli accordi con i creditori i quali dovranno essere soddisfatti il prima possibile, per riaprire un mercato dal quale Avellino dovrà attingere un paio di pedine. I liberi trasferimenti mettono paura al club avellinese che rischia di perdere Erkmaa. Sacripanti, oggi tecnico di Napoli, vuole l'estone. La Scandone per il momento tiene duro, perché se è vero che il contratto presenta l'opzione di uscita, è altresì vero che è scritto in maniera contorta. Avellino è pronta a ostacolare il movimento, basandosi su alcuni cavilli negoziali. «La situazione è stata mal gestita», afferma De Gennaro, che non lo dice apertamente ma non si aspettava di ricevere un colpo basso dall'ex capo allenatore della Scandone. «La società sta seguendo la vicenda commenta il tecnico il ragazzo è un mio atleta ed è contento di essere parte di questo gruppo. Si sta allenando con noi e domenica scenderà in campo. C'è la richiesta del Napoli Basket, lo vogliono per allungare il roster». Hugo Erkmaa con Matera ci sarà, dopodichè bisognerà augurarsi che Sacripanti si diriga su un altro elemento. Avendo il mercato bloccato sarebbe difficile per gli irpini rimpiazzare l'estone. «Se dovessimo perderlo, ci sarà tolto un giocatore importante, ammette il tecnico. Domani con Matera i biancoverdi saranno chiamati a disputare la partita perfetta contro una squadra ostica. Ma sarà difficile riuscirci se la testa è impegnata a pensare ad altri argomenti.
© RIPRODUZIONE RISERVATA © RIPRODUZIONE RISERVATA