Scafati beffata in casa da Ravenna:
Cinciarini la punisce sulla sirena

Mercoledì 17 Febbraio 2021 di Stefano Prestisimone
Scafati beffata in casa da Ravenna: Cinciarini la punisce sulla sirena

Incredibile ko della Givova Scafati in casa contro Ravenna (88-91). All'ultimo istante del match una tripla pazzesca e fuori equilibrio di Daniele Cinciarini (nella foto) ha condannato i padroni di casa nel recupero della 2^ giornata del girone rosso. Ravenna piazza il colpaccio  grazie ad una terrificante prestazione di Cinciarini, 40 punti con grandi percentuali.

Per Scafati 27 punti di Thomas che si è trovato a marcare proprio Cinciarini sul cambio difensivo finale, 23 di Jackson. Poi Palumbo 13, Rossato 10 (nella foto). Per Ravenna, a parte Cinciarini, Rebec 16, Oxilia 9. Dopo un primo quarto chiuso con Ravenna avanti 22-25, arriva l'allungo firmato da Cinciarini e a metà gara è 37-49. Scafati con Thomas risale pian piano e al 30' il punteggio è 63-64. Ultimo quarto con botta e risposta delle due squadre, Scafati passa, ma Cinciarini con due triple ristabilisce le distanze portando Ravenna sul +6. Negli ultimi giri di lancetta Thomas firma il pareggio con una tripla, timeout e sull’ultimo possesso offensivo dei ravennati ,Cinciarini infila una icnredibile tripla al tabellone che chiude la partita sull'88-91.

Coach Finelli così a fine gara: "La nostra partita difensiva è stata mediocre. Quando nella metàcampo difensiva non ci si esprime con continuità per 40’ si corre il rischio, come stasera, di perdere in casa contro una squadra competitiva. Abbiamo subito 25 punti nel primo quarto, 24 nel secondo e addirittura 27 nell’ultimo. Al di là della prestazione balistica di Cinciarini, ci sono molti nostri errori globali, frutto di uno contro uno non tenuti, taglia-fuori senza aggressività e mancate collaborazioni difensive. Non dovrebbero accadere serate come queste, perché il nostro obiettivo è quello di dare continuità alla difesa per 40’ e quindi c’è grande rabbia per come sia andata la partita e per i due punti lasciati all’avversario. Dal punto di vista offensivo, le cose sono invece andate come da programma, raggiungendo i nostri obiettivi, trovando da Jackson una partita sopra le righe, sebbene si sia dovuto adattare a giocare da playmaker per la gravosa situazione falli di Palumbo. Ci è mancata quella sana cazzimma ed identità difensiva, fatta di lavoro duro e sacrificio continuo e questo ci ha impedito di vincere".

Ultimo aggiornamento: 23:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA