Scafati, muscoli sotto canestro:
arriva l'ala grande Thomas

Martedì 30 Giugno 2020 di Stefano Prestisimone

Un altro tassello di gran rilievo per la Givova Scafati Basket. E' ufficiale l'arrivo di Charles Thomas, un'ala grande di 201 cm per 102 kg, fisico imponente ma anche talento versatile, in grado di giocare sia fronte che spalle al canestro, con esperienza anche nei campionati italiani, dove gioca già da tre anni esprimendosi ad alti livelli anche in A1 a Cantù. L'anno scorso 19,9 punti e 6,6 rimbalzi a Ravenna, uno del top player del campionato girone Est. 
Nato a Jackson (nel Mississippi) il 21 gennaio del 1986, il neo acquisto gialloblù cresceva cestisticamente, durante la high school, nelle fila degli Arkansas Razorbacks.

La prima esperienza fuori dalla propria nazione risaliva al 2008/2009, durante la quale giocava prima per l’Atletico Bigua in Uruguay (15,3 punti e 9,98 rimbalzi di media), poi per il Forssan Korlpojat in Fionlandia (16,9 punti e 8,4 rimbalzi di media) ed infine per il KK Siroki Eronet in Bosnia. La stagione successiva passava in Ucraina, dove vi restava per diverse stagioni, iniziando nelle fila del Ferro ZNTU Zaporoshye (20 punti e 10,2 rimbalzi di media). Poi si spostava nel 2010/2011 all’Azovmash Mariupol (12,1 punti e 6,1 rimbalzi di media), in seguito al Dnipro Dnepropetrovsk (14,3 punti e 5,8 rimbalzi di media) ed infine (2012/2013) al Sk Cherkasy Monkeys (16,9 punti e 5,7 rimbalzi di media). Dopo l’esperienza ucraina, si trasferiva in Francia per indossare la divisa del Chorale de Roanne Basket e poi (da dicembre 2013) in Libano con la maglia di Al Hekmeh Beirut (19,3 punti e 8,9 rimbalzi di media). Era poi la volta del campionato bulgaro con la casacca di Lukoil Academic Sofia, che svestiva a dicembre 2014 per tornare a giocare con Al Hekmeh Beirut (17,9 punti e 8,1 rimbalzi di media) e concludere la stagione in Israele con il Maccabi Ashdod, società con la quale militava anche nella stagione 2015/2016 (19,6 punti e 5,4 rimbalzi di media). Restava in Israele nella stagione 2016/2017 per favorire il Maccabi Rishon Le- Zion (12,5 punti e 4,8 rimbalzi). Poi iniziava l’avventura italiana, prima a Cantù in massima serie (12,2 punti e 4,2 rimbalzi di media), poi a Legnano in serie A2 (24,6 punti e 7,4 rimbalzi di media) ed infine, dopo una breve parentesi venezuelana con il Trotamundos de Carabobo, a Ravenna, dove, nell’ultima stagione, ha fatto registrare 19,9 punti e 6,6 rimbalzi di media.

Il responsabile scouting Enrico Longobardi: «Quest'anno per gli USA abbiamo deciso di iniziare andando sul sicuro, cioè firmando quello che probabilmente sarebbe stato l'MVP dello scorso campionato. Abbiamo sempre e solo puntato su Charles, è stato il nostro primo obiettivo fin dall'inizio e non abbiamo mai cercato nessun altro, anche perché vogliamo avere leader non solo tra il gruppo di italiani, che è pieno di giocatori di personalità, ma anche tra gli stranieri, che dovranno mettere la ciliegina sulla torta al mercato di alto livello che abbiamo portato avanti».

Ultimo aggiornamento: 16:23 © RIPRODUZIONE RISERVATA