Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Calciopoli: Lotito, Della Valle e Moggi
condannati a risarcire la Figc

Venerdì 18 Febbraio 2022
Calciopoli: Lotito, Della Valle e Moggi condannati a risarcire la Figc

Calciopoli, non solo per gli addetti ai lavori, poteva ritenersi una vicenda finita negli archivi. E invece ci sono voluti circa 16 anni per riconoscere a una parte civile le spese legali. La Federcalcio, costituitasi appunto parte civile nel giudizio penale conseguito alle vicende dell’inchiesta della Procura di Napoli sul malaffare del calcio, non si era vista riconoscere il rimborso delle spese legali sostenute per tale attività, da porre a carico dei condannati. La questione era così giunta sino in Cassazione che, accogliendo il ricorso proposto dalla Federcalcio, aveva ritenuto che della questione dovesse occuparsi la Corte di Appello di Napoli in sede civile. A distanza di quasi sette anni dall’inizio di questo procedimento il caso si è chiuso: i condannati, celebri e meno celebri di Calciopoli, dovranno versare circa 200mila euro alla Figc, rappresentata dall’esperto avvocato Lucio Giacomardo.

La Corte di Appello di Napoli (presidente e relatore Alessandro Cocchiara) ha accolto le richieste formulate dal legale napoletano e ha condannato, in solido tra loro, gli ex dirigenti della Fiorentina Andrea e Diego Della Valle e Sandro Mencucci, il presidente della Lazio Claudio Lotito, l’ex dirigente del Milan Leonardo Meani, l’ex vice presidente della Figc Innocenzo Mazzini, l’ex dg della Juventus Luciano Moggi, l’ex designatore arbitrale Pierluigi Pairetto, nonché gli ex arbitri Claudio Puglisi, Salvatore Racalbuto, Stefano Titomanlio e Massimo De Santis al pagamento di oltre 200mila euro di spese legali per il procedimento penale legato a Calciopoli e circa 18mila euro per il giudizio civile innanzi la stessa Corte di Appello.

© RIPRODUZIONE RISERVATA