Maradona, la maglia di Totti con Diego:
la morte non separa i miti di due città

Domenica 29 Novembre 2020 di Alessandro Angeloni

Due numeri dieci, due miti. Uno scomparso, Maradona, l’altro c’è ancora ma non gioca più, Totti. Infiniti e sempre presenti per tutti, oltre la loro vita. Oggi uniti da due maglie, che si toccano su una strada, dove è nato il loro calcio, da dove sono nate le emozioni di tanta gente, che non vuole dimenticare: a Napoli, a Roma, che a un certo punto si sono detestate dopo essersi amate e unite nell’orgoglio e la lotta contro i poteri del Nord. Roma e Napoli, Totti e Maradona questo oggi sono, due simboli per tutti e per sempre: tornare a lottare insieme, uno da lassù e un altro da quaggiù. E loro, con Bruno Conti sacerdote di pace, a ripristinare i vecchi sentimenti tra i colori giallorosso e azzurro, quelli che hanno unito due popoli, vicini e distanti. Due maglie a terra, che si guardano e combattono, per le persone, che hanno amato e amano il calcio. Perché le emozioni, le giocate, i sogni, vanno al di là dei miseri scontri, ce lo dicono due magliette accese sulla terra. Che si guardano, e che staranno sempre insieme. Contro le diversità e le distanze. Due “dieci” che uniscono. A vita.

Ultimo aggiornamento: 17:22 © RIPRODUZIONE RISERVATA