Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Serie A, intesa tra Dazn e Tim:
ora si attende accordo con Sky

Mercoledì 3 Agosto 2022 di Salvatore Riggio
Serie A, intesa raggiunta tra Dazn e Tim: ora si attende accordo con Sky

È stato raggiunto l’accordo tra Dazn e Tim sulla serie A, a 10 giorni dall’inizio del campionato (si parte il 13 agosto con la sfida di San Siro, alle 18.30, tra Milan e Udinese). Secondo Il Sole 24 Ore, mancherebbe solo la firma (attesa a breve) di un’intesa che porterebbe il campionato a essere visibile ora non più solo su Timvision (adesso il tutto è al vaglio del Cda di Tim per la ratifica ufficiale). In sostanza, si va oltre l’esclusiva pattuita nel 2021. Così facendo, l’app di Dazn può essere fruita attraverso altri set top box e non solo quello di TimVision. Ora cosa succede? Servirà anche l’accordo con Sky, che potrebbe arrivare già domani, giovedì 4 agosto, o comunque nei prossimi giorni, prima che si alzi il sipario sulla stagione 2022-2023. In sostanza, l’intesa fra Dazn e Sky dovrebbe portare anche Dazn su canali all'interno della piattaforma Sky con il suo Sky Q. Si potrà guardare il campionato in un unico decoder, sempre abbonandosi a Dazn stesso, che resta il player principale. L’intesa tra gli operatori pay potrebbe favorire la Lega di serie A: è pronta a offrire al mercato il pacchetto pay degli highlights.

Quanto costa Dazn e dove si può vedere

Quali sono le modalità dell’accordo tra il colosso inglese e Tim? Si parla di uno sconto rispetto alla cifra (340 milioni di euro più altre fee per arrivare a 410 milioni di euro all’anno) che, anche se non confermata, dovrebbe attestarsi sui 90-100 milioni con la perdita dell’esclusiva appunto. Come detto, il player principale resta Dazn, avendo acquistato i diritti per tutte le 380 gare di serie A fino al giugno 2024: sette in esclusiva e tre in coesclusiva con Sky. E nelle scorse settimane la piattaforma streaming aveva già comunicato al pubblico il suo nuovo listino prezzi. Un’offerta «Plus» – a 39,90 euro al mese – che permette la visione dei contenuti sportivi in contemporanea anche da due dispositivi diversi che si trovano a distanza (non sulla stessa «rete domestica») e una «Standard» (29,90 euro al mese) con cui sarà possibile la visione in contemporanea su un dispositivo alla volta o su due dispositivi diversi, ma solo se connessi alla stessa rete domestica.

Ultimo aggiornamento: 16:32 © RIPRODUZIONE RISERVATA