Casertana, aumentano gli spettatori:
al Pinto una media di 2mila presenze

Giovedì 20 Febbraio 2020 di Domenico Marotta
Stadio Pinto: la media spettatori è in crescita rispetto alle passate stagioni e il dato è sorprendente. Duemila circa a partita i tifosi che hanno assistito alle gare casalinghe della Casertana con picchi di tremila registrati contro Bari e Catanzaro e minimo stagionale di 1500 contro Viterbese e Potenza.
Nell'anno solare il rendimento in calo della squadra ha influito anche sul seguito di spettatori: nel 2020 il massimo di tifosi registrato al Pinto è di 1600 contro il Francavilla. Il dato parziale, però, sorprende perché è il migliore registrato dopo la stagione 2015/2016 (2252 di media) quando la Casertana di Romaniello lottò per la vittoria del campionato fino a marzo inoltrato. Nei campionato successivi un calo costante (1605 nel 16/17 e 1436 nel 17/18) quando i falchetti si affannavano alla rincorsa di un piazzamento playoff. Lieve crescita nella scorsa stagione quando la Casertana degli alieni affascinò brevemente il grande pubblico (1891 spettatori di media a fine stagione) con il sold out della prima giornata contro la Cavese per poi calare con le cattive prestazioni della squadra.
Le presenze di questo campionato sono sicuramente influenzate dalla campagna abbonamenti a basso costo voluta da D'Agostino ad inizio stagione, che ha consentito di toccare quota 1000 tessere, record da quando la Casertana è in C. Come a tutte le latitudini i dati confermano che il seguito alla squadra è direttamente proporzionale ai risultati che arrivano dal campo. In questa stagione, il calo di spettatori rispetto al girone d'andata è coinciso con il calo di rendimento della squadra che nel 2020 non è ancora riuscita a vincere una partita. E allora spetta a Ginestra ed ai suoi ragazzi riportare il pubblico al Pinto a suon di risultati. A partire da domenica quando a Viale Medaglie d'oro arriverà la Vibonese (17.30) per uno scontro diretto in chiave salvezza da vincere a tutti i costi. Il terreno di gioco irregolare, ormai è assodato, influisce in maniera negativa sul gioco della squadra, però bisogna trovare una soluzione perché è il momento di tornare a centrare i tre punti. La prossima settimana propone alla Casertana due partite casalinghe (con la Vibonese e sabato con la Cavese) intramezzate dalla trasferta in programma mercoledì nel turno infrasettimanale sul campo della Sicula Leonzio. Poi di avversarie sulla carta alla portata ce ne saranno soltanto due (Avellino e Paganese) ed entrambe da affrontare in trasferta. L'occasione per mettere in cassaforte la salvezza è adesso e quindi, in un modo o nell'altra non va fallita. Il rischio è che dopo diventi fondamentale far punti contro avversarie di livello superiore. Domenica, ad eccezione di Silva (squalificato) Ginestra avrà a disposizione tutti gli effettivi. Qualche dubbio permane solo su Zito che ieri ha svolto lavoro differenziato per via di un problema muscolare. L'esterno però, sembra in condizione di recuperare in tempo per la sfida alla Vibonese.
© RIPRODUZIONE RISERVATA © RIPRODUZIONE RISERVATA