Casertana finalmente: domata
la Cavese, vittoria per 2-0

Domenica 1 Marzo 2020 di Domenico Marotta
Starita stappa la Casertana. Il bomber si sblocca con una doppietta dopo quasi tre mesi di astinenza e regala alla squadra la vittoria nel derby contro la Cavese.
I falchetti tornano al successo dieci gare dopo l'ultima volta e blindano la salvezza. L'avvio di gara è promettente: già al secondo, complice una sfortunata deviazione di Polito, Castaldo riceve palla a due passi dalla porta ma conclude debolmente tra le braccia di Bisogno. Passano solo due minuti e la Cavese risponde poderosa. Da calcio d'angolo ci prova prima Polito di testa, poi Marzorati in respinta: in entrambe i casi il tiro colpisce la traversa per la disperazione degli ospiti. Le emozioni delle prime battute di gara sono però ingannevoli. Il terreno di gioco del Pinto è in pessime condizioni e come da triste tradizione invernale, a farne le spese è il bel gioco. Difficile il giro palla marchio di fabbrica dei padroni di casa, altrettanto complicate le ripartenze di una Cavese anche più giovane del solito. Non aiutano nemmeno le formazioni scelte dai due allenatori: Campilongo sceglie il turn over e lascia in panchina Di Roberto e Cesaretti mentre Ginestra è costretto a rivoluzionare l'undici iniziale per far fronte alle assenze di quattro titolari. Il derby si tramuta in una sagra dello sbadiglio e lo sparuto pubblico sugli spalti assiste spazientito al noioso alternarsi di batti e ribatti, interventi in scivolata lanci lunghi e falli di gioco.
La palla dalle parti di Bisogno e Crispino ci arriva solo sugli sviluppi dei calci d'angolo (pochi) e delle punizioni dal limite che Varesanovic della Casertana calcia anche bene, trovando però sempre attenta la difesa avversaria. I portieri riposano fin quasi all'intervallo e solo al 41' la Casertana riesce ad imbastire una manovra degna di questo nome. La palla finisce a sinistra sui piedi di un Adamo molto attivo, tre tocchi orizzontali e poi una buona assistenza di Clemente che trova Castaldo dall'altro lato. Destro al volo del bomber che finisce di poco alto. Il riposo rinfranca la Casertana che nella ripresa, pronti via, passa in vantaggio.
Stavolta il lancio lungo di Silva funziona e trova Adamo libero sulla sinistra complice una dormita di Polito. L'esterno si accentra e serve al bacio Starita che di prima supera Bisogno dai dieci metri, I rossoblù corrono ad abbracciare il tecnico Ginestra e ci mettono solo dieci minuti a regalargli una nuova gioia: filtrante di Varesanovic ancora per Starita che con un delizioso tocco sotto scavalca Bisogno, fa 2-0 e sale a quota dieci in classifica marcatori. Due perle nel buio che costringono l'ex Campilongo (squalificato) ad indicare tre cambi contemporanei al suo sostituto in panchina Gentile. Entrano gli esclusi eccellenti Cesaretti e Di Roberto oltre a Bulevardi al posto di un Polito in confusione.
La Casertana, però, è sulle ali dell'entusiasmo, assapora la preziosa vittoria che manca da ormai troppo tempo e non concede nulla all'avversario anzi, nel finale sfiora il terzo gol con Adamo.
© RIPRODUZIONE RISERVATA © RIPRODUZIONE RISERVATA