Casertana, Guidi vuole Bangu e Lakti:
restano i nodi di Castaldo e D'Angelo

Lunedì 6 Luglio 2020 di Domenico Marotta
Angeloni, Violante, Guidi. Sonoi vertici del triangolo di mercato che potrebbe regalare diversi elementi alla Casertana del prossimo anno. Guidi e Violante, legati al direttore tecnico del settore giovanile della Fiorentina, Angeloni, sono pronti a fare sponda sulla Viola per arricchire la squadra rossoblù.

Tre i nomi che Guidi avrebbe già sussurrato a Violante.

I due profili più gettonati sono quelli di Luzayadio Bangu e di Erald Lakti entrambe centrocampisti, entrambe prodotti del settore giovanile della Fiorentina, entrambi con Guidi al Gubbio nella breve parentesi della passa stagione. Bangu è mezzala agile con buona propensione all'inserimento. Ha solo 23 anni ma è in Italia da oltre un decennio. È arrivato nel belpaese attenzionato dall'Atalanta per trasferirsi subito alla Fiorentina.

È cresciuto in Toscana e, con Guidi in panchina, ha segnato sette gol e realizzato undici assist nel 2015-2016. Quello il campionato che ha lanciato Bangu tra i professionisti. L'anno dopo, infatti, vola in prestito alla Reggina in serie C e si fa subito notare con cinque reti in 33 partite. Poi, tre stagioni in chiaroscuro tra Vicenza, Matera e Bisceglie prima di tornare, l'estate scorsa, agli ordini del suo mentore con la maglia del Gubbio. Con Guidi 12 partite quasi mai da titolare, poi, dopo l'esonero del mister, il campo non l'ha praticamente più visto.

Storia analoga quella di Erald Lakti centrocampista del 2000 di origini albanesi, che però è nato a Prato ed ha quindi passaporto italiano. Per lui già 40 partite nelle giovanili azzurre (con l'under 17) e tanta esperienza con la Fiorentina dei piccoli. La chiamata di Guidi al Gubbio ha dato il via alla sua prima esperienza tra i professionisti: per lui 23 presenze nella passata stagione, con 18 gettoni da titolare e nessun gol. Di ruolo Lakti fa il regista.

Sul taccuino di Violante, poi, potrebbe finirci Marco Meli, altro prodotto del settore giovanile della Fiorentina, anche lui al Gubbio con Guidi nella scorsa stagione. Per lui, appena ventenne, è stata la prima esperienza tra i grandi. Non è riuscito però, ad imporsi perché ha collezionato solo 13 presenze, raramente da titolare, senza mai andare in gol. Attaccante esterno ha un fisico imponente e potrebbe tornare utile per rimpolpare il reparto offensivo della Casertana che al momento è quello numericamente più scarno. Castaldo, Origlia e Cavallini, infatti, sono gli unici ancora sotto contratto e Starita difficilmente verrà riconfermato. Con Guidi che preferisce giocare con il tridente servono più uomini ed anche un po' di esperienza in più.

Prima di ingaggiare i calciatori che dovranno contribuire a formare la spina dorsale della nuova squadra, è però necessario conoscere il destino dei big. Con Zito, D'Angelo e Castaldo, soprattutto, bisogna trovare un accordo immediato di riconferma d'addio. Lo stand by potrebbe condizionare il mercato estivo della Casertana.  © RIPRODUZIONE RISERVATA