La Casertana va forte su Viola:
avvistato in città, ingaggio vicino

Sabato 29 Agosto 2020 di Domenico Marotta
C'è anche Alessio Viola nel mirino della Casertana. L'attaccante esterno, scuola Reggina, si è svincolato dal club calabrese ad aprile scorso ed al momento ancora libero. Secondo indiscrezioni Viola è stato anche avvistato in città e il suo ingaggio potrebbe essere annunciato a breve.

Trent'anni da compiere a dicembre, l'ala, fratello minore del più famoso Nicolas del Benevento, ha debuttato da giovanissimo in serie A con la Reggina. Poi qualche annata in serie cadetta sempre con gli amaranto, più in panchina che da titolare, e tante stagioni in prestito in giro per la serie C. Nel 2016, con la maglia del Taranto, la sua migliore stagione a livello con sette reti, poi il trasferimento a Francavilla (15 partite e due gol) e infine, nella scorsa stagione, il ritorno alla casa madre Reggio Calabria dove ha vinto il campionato da comprimario. Titolare solo per cinque volte ha collezionato in tutto 12 presenze condite da tre reti. Con lui in rosa la Casertana aumenterebbe il gruppo degli attaccanti esterni che occorrono come il pane a Guidi per schierare il suo 4-3-3. Al momento, nel ruolo, i falchetti hanno i soli giovani Origlia, Cavallini e De Sarlo oltre a Zito che si può adattare anche con grande efficacia in quella posizione di campo (due stagioni fa impressionò soprattutto da ala) ma che sembra essere sul mercato.

Ieri pomeriggio, il gruppo di calciatori che si sono già sottoposti al secondo tampone, ha svolto una lunga seduta di allenamento ad Arienzo. Una ventina di giocatori, tra i quali Petta, Santoro, Ciriello ed i tre portieri hanno svolto lavoro prevalentemente atletico. Gli estremi Avella, Zivkovic e Amoroso hanno sudato agli ordini del preparatore Tarallo. Viene dal Napoli, il mister, e si nota dalla qualità degli allenamenti imposti ai suoi portieri. Precisione nei piedi e tante idee: i ragazzi si sono dovuti disimpegnare anche a parare le palline da tennis che Tarallo scagliava con una racchetta. «Non la vedo» si è lamentato Zivkovic su una palla alta contro sole. «E non la vedrai nemmeno di domenica» gli ha spiegato Tarallo, prima di avvicinarsi al giovane portiere per spiegargli i segreti del mestiere. Nella prima fase i giocatori di movimento si sono intrattenuti sulle gradinate in faticose ripetute. Guidi, nel frattempo, chiacchierava con il ds Violante e con il presidente D'Agostino nella zona antistante gli spogliatoi. Poi è arrivato anche il nuovo responsabile del settore giovanile, Antonio Floro Flores: l'ex serie A che allenerà l'under 17 a partire dalla prossima settimana. Per Floro Flores sono i primi passi da allenatore e ha raggiunto il campo di Arienzo anche per scrutare i metodi di lavoro del più esperto collega della prima squadra. Alla seduta non ha partecipato il giovane Ciardulli che soffre di noie muscolari. Ciriello, molto cresciuto fisicamente dalle ultime apparizioni rossoblù, ha svolto un lavoro specifico di potenziamento. Seduta differenziata, invece, per Cavallini e De Sarlo. Nel tardo pomeriggio il tecnico Guidi ha diretto un addestramento tecnico mirato a migliorare la qualità del gioco negli spazi stretti. © RIPRODUZIONE RISERVATA