Derby al Savoia, Giugliano ko:
«Contava solo la vittoria»

Domenica 18 Aprile 2021 di Raffaella Ascione
Derby al Savoia, Giugliano ko: «Contava solo la vittoria»

Primo tempo avaro d’emozioni, secondo all’insegna della vittoria. Il Savoia spezza nella ripresa la resistenza del fanalino di coda con i sigilli di D’Ancora e Poziello, e – dopo il pari a reti bianche di Santa Maria Capua Vetere – centra il terzo successo interno consecutivo. Oplontini sempre a braccetto con la Nocerina, a due lunghezze dal Latina (terzo, ma con tre gare da recuperare).

Emozioni col contagocce nei primi quarantacinque minuti di gioco. Le conclusioni di Kyeremateng – al quarto d’ora – e di Correnti – cinque minuti più tardi – sono facile preda di Piazza. De Rosa sfiora l’incrocio dei pali alla mezz’ora, ma quattro minuti più tardi sono i tigrotti, con Orefice, ad imegnare severamente – complice una deviazione di Cipolletta – il baby Esposito, reattivo e decisivo.

Nella ripresa, cinque minuti e il Savoia passa con D’Ancora, che pesca il jolly dai trenta metri, su cui nulla può Piazza. Due minuti più tardi Cipolletta sfiora il raddoppio di testa su corner di Liccardo, mentre al quarto d’ora Abonckelet – su cross di Setola – manca di un nulla il pari di testa. La gara si vivacizza: Liccardo ci prova su punizione, trovando un decisivo Piazza a sbarrargli la via del gol. Gara in ghiaccio al minuto 37, quando Poziello firma il raddoppio su punizione. Nel finale mancano il tris prima Kyeremateng poi Caso Naturale, decisivo Piazza in entrambe le occasioni.

Al termine del match, l’analisi di mister Ferraro. «Primo tempo a ritmo basso, un pochino meglio nella ripresa. Oggi comunque contavano solo i tre punti. L’abbiamo sbloccata con un gran gol di D’Ancora e va bene così: sono queste le giocate che dobbiamo prediligere quando affrontiamo squadre, come il Giugliano, che tendono a chiudersi. I ragazzi sono un pochino stanchi, la sosta arriva quindi nel momento giusto. Rifiateremo un pochino, recupereremo uomini ed energie psicofisiche. Dedico ovviamente questa vittoria ai tifosi e alla società, oggi però un pensiero particolare va a mia figlia Caterina che domani si laurea».

Quindi capitan Poziello. «Le punizioni le proviamo sempre in allenamento, oggi è toccato a me ed è andata bene. Sono felice per il gol, auguro ovviamente a mio fratello e al Giugliano di poter ricominciare presto a fare punti. Siamo felici di aver consolidato la posizione playoff ma il rammarico è ovviamente quello di non essere lì a giocarcela per il primo posto. La maglia bianca? Va conquistata. L’intenzione del presidente era quella di spronarci e lo spogliatoio ha reagito nel modo giusto. Dedico la rete a mia moglie che è in dolce attesa, questo gol è tutto per lei».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA