Insigne, Napoli e l'amico Verratti:
«Riporteremo in alto l’Italia»

Mercoledì 31 Gennaio 2018 di Gennaro Arpaia

Il talento di Lorenzo Insigne trova la sua eco fino in Francia ed è proprio alle colonne di France Football che il napoletano parla del suo momento azzurro. Fin dal primo minuto qui ho avvertito tanta pressione. «Sono nato qui, ci si aspetta sempre tanto da me. Ho sempre provato a dare il massimo perché, anche fuori dal campo, sono tifoso di questa squadra», le parole di Lorenzo.

Che difende la sua Napoli dalle brutte immagini spesso accostate. «Non lo dico perché sono napoletano, ma chi trascorre qualche giorno in città poi fatica ad andar via. Anche i miei compagni che vengono da altri Paesi non vorrebbero mai andar via, al di là dei discorsi di campo e di classifica», prosegue Insigne. «Spesso a Napoli vengono affiancate brutte immagini, ma non è così. Quando un calciatore sceglie la Juve, il Milan o l’Inter un po’ dispiace, ma spero che il tempo possa cambiare le cose».

Poi un passaggio sulla nazionale italiana che non sarà ai prossimi Mondiali e su Verratti, suo vecchio compagno di squadra e uomo immagine del PSG. «Non so da dove ripartiremo, i veterani però si fidano di noi. Ho ricevuto messaggi da Buffon, De Rossi e gli altri pilastri del gruppo dopo quella eliminazione, ora spetta anche a noi mostrare la qualità che abbiamo e riportare in cima la nazionale. Verratti? Sono innamorato di lui, è il migliore al mondo nel suo ruolo. Non è ancora consapevole del talento che ha, ma è un ragazzo eccezionale».

© RIPRODUZIONE RISERVATA