Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Lozano, il segnale atteso
dal bell'incompiuto messicano

Venerdì 23 Settembre 2022 di Francesco De Luca
Lozano, il segnale atteso dal bell'incompiuto messicano

El Chucky Lozano si prepara per affrontare gli ultimi test del Messico (domenica 25 contro il Perù e mercoledì 28 contro la Colombia) prima del Mondiale. E soprattutto per riprendere il posto sulla fascia destra del Napoli, perché Politano dovrà restare fuori almeno fino a metà ottobre a causa dell'infortunio subito al Meazza. Dopo la botta alla caviglia destra nel secondo tempo della partita contro il Milan, Spalletti dalla tribuna e il suo vice Domenichini dalla panchina hanno lanciato in campo Zerbin e non Lozano al posto di Politano. El Chucky se la sarebbe presa, almeno ad osservare una brutta scena in un video amatoriale diffuso sui social: a fine partita avrebbe rifiutato la stretta di mano a Domenichini.

Lozano è il bell'incompiuto del Napoli. Arrivato nel 2019, secondo anno di Ancelotti, dietro pagamento di 40 milioni al Psv Eindhoven, ha avuto un rendimento a dir poco incostante, anche a causa di problemi fisici. Nella stagione post Covid era tra i migliori della squadra di Gattuso, poi l'infortunio subito nella partita contro la Juve lo mise fuori gioco per un lungo periodo e non brillò al rientro in campo. Quindi, la frattura facciale subita in Nazionale e l'alternanza con Politano voluta da Spalletti. L'ex Inter, prima dell'infortunio, stava attraversando un ottimo periodo, rimarcato dai gol a Glasgow e Milano. Il messicano no: mai incisivo, ricordato giusto per l'assist a Raspadori all'ultimo minuto di Napoli-Spezia, la partita vinta probabilmente con maggiore fatica dalla capolista.

Serve una svolta e, a partire dalla gara contro il Torino del 1° ottobre, c'è questa opportunità per Lozano, che è andato a segno per l'ultima volta il 30 aprile scorso, nel 6-1 contro il Sassuolo.

Ultimo aggiornamento: 24 Settembre, 08:51 © RIPRODUZIONE RISERVATA