Lo mangiamo tutti i giorni ma il miele è un cibo pieno di pesticidi

Video
EMBED

Molti di noi pensano al miele come a un alimento naturale, sano e sicuro. Tuttavia, le recenti scoperte di una rivista per consumatori svizzera, Gesundheitstipp, gettano una luce inquietante sulla realtà nascosta del dolce nettare delle api. Proprio le api, sarebbero le ignare portatrici di una minaccia invisibile: i pesticidi. Mentre raccolgono il nettare dai fiori, si trovano ad affrontare piante trattate con una miriade di sostanze chimiche nocive. E ciò che è ancor più preoccupante è che queste sostanze finiscono direttamente nei vasetti di miele che poi finiamo per spalmare sul pane ogni giorno. L'analisi sui prodotti e risultati allarmanti I risultati dell'analisi condotta su 14 diversi tipi e marche di miele, comunemente disponibili nei supermercati, rivelano una realtà sconcertante. Marchi noti e ampiamente consumati, come Aldi, Denner, Lidl e Langnese, sono stati trovati contenere tracce di glifosato, un pesticida ampiamente controverso. Ancora più allarmante è la presenza di Amitraz, un veleno utilizzato per combattere gli acari Varroa nelle arnie. Questo prodotto chimico è stato rilevato in marchi di fascia alta come Migros Sélection, sollevando preoccupazioni sulla sua sicurezza per il consumo umano. Pesticidi e miele: come proteggersi La questione si complica ulteriormente quando si considera che in alcuni Paesi l'uso di sostanze nocive come l'Amitraz è consentito. Ciò significa che anche il miele proveniente da questi luoghi può contenere tracce di veleni dannosi per la salute umana. Di fronte a questa realtà allarmante, i ricercatori svizzeri non possono che suggerire una soluzione: optare per prodotti biologici o certificati.

Foto Shutterstock; musica Korben