Inchiesta su metanizzazione e Casalesi, indagato l'ex parlamentare Lorenzo Diana: «Mi sembra di stare su Scherzi a parte»

Venerdì 3 Luglio 2015
Lorenzo Diana
Un divieto di dimora è stato disposto nell'inchiesta sulla Cpl Concordia nei confronti dell'ex parlamentare ed ex componente della Commissione Antimafia Lorenzo Diana. Nell'ordinanza è contestato il reato di abuso di ufficio. Diana è indagato dalla Dda anche per concorso esterno in associazione mafiosa per gli appalti alla Concordia.



Lorenzo Diana, 66 anni, originario di San Cipriano d'Aversa, è molto noto per il suo impegno e la sua lotta contro la camorra e la criminalità organizzata. È stato più volte minacciato dal clan dei Casalesi che progettò anche di ucciderlo. Roberto Saviano lo cita in «Gomorra» indicandolo come un eroe della lotta alle mafie. È stato deputato dei Democratici di Sinistra dal 1994 ed è stato componente delle Commissioni Lavori Pubblici ed Antimafia. Nel 1996 è stato eletto al Senato ed è diventato Segretario della Commissione antimafia. Nel 2001 è stato rieletto alla Camera con l'Ulivo. Fra i riconoscimenti attribuitigli, vi è anche il Premio Borsellino 2008.



«Non ho letto ancora il provvedimento e cosa mi si addebita. Mi sembra di essere tra un sogno e Scherzi a parte». La prima risposta di Lorenzo Diana appena saputo dell'inchiesta.
Ultimo aggiornamento: 10:07 © RIPRODUZIONE RISERVATA