Medico picchiato in carcere:
«Aggredito alle spalle da detenuto»

Medico picchiato in carcere: «Aggredito alle spalle da detenuto»
Venerdì 2 Settembre 2022, 11:45
2 Minuti di Lettura

Medico del carcere di Avellino picchiato da un detenuto. Sviluppi nelle indagini. Il dirigente sanitario sarebbe stato aggredito alle spalle dal detenuto e, quindi, non durante una regolare visita. Un’azione premeditata avvenuta nel corridoio del reparto Infermeria.

A darne notizia è Emilio Fattorello segretario nazionale per la Campania del Sappe. «L'atto violento sembrerebbe essere avvenuto in maniera del tutto premeditata e proditoria – spiega Fattorello - cogliendo la vittima dell'aggressione alle spalle nel corridoio del Reparto Infermeria, colpendolo con violenti colpi alla testa, si rende necessaria la puntualizzazione dell'evento, per una giusta disamina del grave episodio. La solidarietà dell’organizzazione sindacale va al medico coinvolto, persona stimata dal punto di vista professionale ed umano, nell'ambiente penitenziario».

Il medico ha ricevuto alcuni giorni di prognosi. Nei confronti del detenuto verranno adottati provvedimenti. Intanto, vanno avanti le perquisizioni negli spazi comuni e nei raparti detentivi dell’istituto penitenziario. Dopo il ritrovamento e il sequestro dei tre cellulari perfettamente funzionanti luoghi di aggregazione sociale dei detenuti, sono state avviate indagini per risalire a chi appartenessero gli apparecchi. L’attenzione della Polizia Penitenziaria rimane alta al carcere di Bellizzi Irpino. Controlli specifici vengono eseguiti per contrastare il traffico di droga e oggetti non consentiti dall’esterno all’interno delle mura carcerarie.

© RIPRODUZIONE RISERVATA