Scafista libico detenuto ad Ariano Irpino
ferisce agenti e reclusi, poi danneggia le celle

Lunedì 28 Marzo 2022
Scafista libico detenuto ad Ariano Irpino ferisce agenti e reclusi, poi danneggia le celle

Scoppia di nuovo il caos nella casa circondariale di Ariano Irpino. Un detenuto ha aggredito altri reclusi di origine africana. Ha costretto uno di loro a sedersi su una sedia al centro della Sezione e lo ha colpito a ripetizione con calci e pugni. Non contento ha devastato alcune celle e ha lanciato bombolette di gas forate ed accese all’indirizzo degli agenti della Polizia Penitenziaria. Fortunatamente nessuna è esplosa. E’ stato necessario richiamare altri agenti liberi dal servizio per riportare la calma. Il bilancio parla di due detenuti feriti e di alcuni agenti contusi, costretti a farsi curare dai sanitari del carcere. Protagonista delle azioni violente uno scafista libico, non nuovo ad episodi del genere. A denunciare l'episodio il segretario nazionale per la Campania del Sappe, Emilio Fattorello, che chiede azioni concrete da parte delle autorità competenti e richiama la necessità dell'utilizzo dei taser da parte degli agenti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA