Crisi idrica, guasto nelle condutture
nell'Alto Calore: 10 Comuni senza acqua

Martedì 15 Settembre 2020 di Paolo Bontempo

Ancora disfunzioni idriche, stavolta per dieci Comuni sanniti a causa della rottura delle condotte gestite dall'Alto Calore. I Comuni interessati dalla sospensione sono stati Apice, Paduli, Sant'Arcangelo Trimonte, Pietrelcina, Pesco Sannita, Pago Veiano, Reino, Campolattaro, Casalduni (centro abitato e Stir) e Fragneto Monforte. «A causa della rottura - si legge nella nota dell'Alto Calore - su condotte adduttrici nel territorio di Ariano Irpino e Melito Irpino nonché di Fragneto Monforte, l'erogazione idrica a servizio dei serbatoi dei Comuni interessati è sospesa. I lavori sono in corso, pertanto si potrebbero verificare disfunzioni all'erogazione nella giornata odierna (ieri, ndr), in virtù della durata dell'intervento di riparazione in atto». Per la carenza di disponibilità idrica a causa della magra delle sorgenti, provocata dalle mancate precipitazioni, per alcuni Comuni con criticità strutturali di adduzione il ripristino definitivo del servizio avverrà oggi.

LEGGI ANCHE Smantellata la piazza di spaccio di Scafati: 36 arresti in corso nel Salernitano

A Reino il sindaco Antonio Calzone ha ricevuto le segnalazioni di alcuni disagi. «Stiamo cercando dice di distribuire l'acqua con aperture giornaliere in modo da ottenere un certo equilibrio». Disagi anche a Fragneto Monforte per il guasto alla condotta. «Puntiamo - aggiunge il sindaco Luigi Facchino a limitare il più possibile i disagi grazie alla nostra disponibilità di acqua del consorzio idrico Fragneto Monforte e Fragneto L'Abate. Solo in alcuni momenti si registrano ancora disagi in località Monterone». A Casalduni, invece, ancora non arriva il regolare flusso idrico per il centro abitato e le aree rurali. «Sabato scorso sono stati riparati i pozzi a Solopaca - chiarisce il sindaco Pasquale Iacovella - e l'acqua aveva cominciato ad arrivare ma poi ci sono state le rotture alle condotte che sono state riparate. Per oggi dovrebbe essere tutto risolto». A Pesco Sannita, nonostante le rotture, non ci sono stati problemi. «Non abbiamo criticità annuncia il sindaco Antonio Michele e non ci sono disagi». A Pontelandolfo, invece, l'acqua è poca e si è registrato un nuovo abbassamento del livello del serbatoio. L'erogazione avviene a singhiozzo con chiusure nelle ore serali e notturne, dalle 19 fino alle 7 del giorno successivo. Inoltre, a causa della rottura della rete idrica, si è registrata una nuova sospensione. Il guasto è stato riparato in giornata. «Causa riparazione di una condotta conclude il sindaco Gianfranco Rinaldi si è resa necessaria una sospensione temporanea della fornitura idrica per Pontelandolfo centro». I cittadini, intanto, sono stati invitati dal sindaco a evitare sprechi. In corso anche i lavori al serbatoio di Pontelandolfo centro, che potranno dare un contributo in termini di aumento della portata. Sempre ieri, infine, la Gesesa ha annunciato l'interruzione idrica notturna a San Bartolomeo in Galdo.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA