Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Ladri in appartamento, scoperti
dal proprietario sparano per fuggire

Lunedì 27 Giugno 2022 di Paolo Bontempo
Ladri in appartamento, scoperti dal proprietario sparano per fuggire

IL RAID
Paolo Bontempo
Continua l'escalation di furti nel Sannio. E nel giro di una settimana, dopo quanto accaduto nel capoluogo in contrada San Clementina, si deve fare i conti con malviventi che non esitano a reagire una volta scoperti. Se nel capoluogo la reazione si è limitata a spintoni per farsi strada (ferito un carabiniere libero dal servizio) dopo un tentativo di furto nel pomeriggio, nella tarda serata di sabato a Pontelandolfo sono stati esplosi addirittura colpi di pistola. È accaduto in una abitazione di via Vittime del Lavoro di Bridgeport del centro del Titerno. I malviventi, vistisi scoperti dal proprietario, per guadagnarsi la fuga, sembra a bordo di un'Audi station wagon di colore scuro, hanno esploso alcuni colpi di pistola. Nessun ferito o vittima, per fortuna, ma tanta paura. Secondo una prima ricostruzione, nel rientrare a casa, un uomo si è accorto della presenza di alcuni malviventi intenti a trovare denaro e preziosi. Il proprietario ha urlato e, così, a quel punto i ladri hanno deciso che era meglio andare via in fretta per evitare reazioni e problemi. Ma proprio poco prima di abbandonare l'abitazione e darsi alla fuga hanno esploso diversi colpi di pistola. Scattato l'allarme, sul posto sono intervenuti i carabinieri, che hanno avviato immediatamente le indagini.


La notizia del tentato furto ieri è stata argomento di discussione in paese. A spaventare sono state le modalità del tentato furto e gli spari. «Dopo un periodo calmo e piuttosto tranquillo dice il sindaco Gianfranco Rinaldi che è anche il presidente della comunità montana Alto-Tammaro e Titerno purtroppo sono ripresi i furti nelle abitazioni. Il livello di allerta è alto, infatti, stiamo anche completando la videosorveglianza per monitorare costantemente il paese in particolare nei punti nevralgici e nelle strade di accesso. Gli occhi digitali costituiscono un aiuto concreto ma da soli non possono risolvere la problematica che sta diventando seria. La dinamica del tentato furto, da quello che è stato raccontato, è allarmante sebbene Pontelandolfo resti un paese sostanzialmente tranquillo. Bisogna essere attenti anche perché nel territorio provinciale sono in aumento».
Il monito del sindaco è quello di prestare massima attenzione e denunciare immediatamente alle forze dell'ordine le auto o le persone sospette nei pressi delle abitazioni. «Facciamo tutti attenzione - conclude Rinaldi - e avvisiamo le forze dell'ordine in caso di auto sospette. Anche i cittadini sono chiamati a dare il proprio contributo». Dal canto loro, anche le forze dell'ordine consigliano ai cittadini di dotarsi di un sistema privato di videosorveglianza in modo da far scattare immediatamente l'allarme in caso di incursioni da da parte dei malviventi.

Video


L'ultimo grave episodio, che aveva suscitato paura tra la popolazione, sempre con riferimenti a colpi in abitazione, era avvenuto nel lontano agosto del 2016 quando una coppia di emigranti provenienti dall'Australia era stata rapinata di notte, in un'abitazione rurale di contrada Lombardara di Pontelandolfo, di una ingente somma di danaro. Alcune settimane fa, invece, era stata incendiata nel territorio comunale di Pontelandolfo e lungo la statale 87, al confine con il territorio di Fragneto Monforte, una trivella impiegata per il ripristino dell'arteria di una ditta affidataria dei lavori dall'Anas. Anche per questo raid proseguono le indagini dei carabinieri ma i lavori sono vanno avanti con una nuova trivella.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA