Liternum: il sito archeologico
dimenticato rinasce in un'App

Liternum: il sito archeologico dimenticato rinasce in un'App
di ANTONIO CANGIANO

0
  • 697
Si chiama V.R.M. Liternum (Virtual Reality Musem Liternum) ed è un progetto realizzato da tre giovani studenti dell' Università Federico II di Napoli per visitare il sito archeologico “dimenticato” sulle sponde del lago Di Patria.

«V.R.M. Liternum è un museo virtuale dell'antica città di Liternum che permette a chiunque di visitare virtualmente il Foro dell'antica città romana attraverso foto a 360°, audio guide, testi informativi e da la possibilità di visionare anche i monumenti ricostruiti in 3D a 360°» dice Luca Scognamiglio, che assieme a Giovanni Nappi e Carmine Marra hanno realizzato l’applicazione mobile per la fruizione turistica virtuale del sito.
 
 

Sarà possibile visitare l'antica Liternum attraverso delle frecce di navigazione e qualora si volesse avere maggiori informazioni riguardo un particolare monumento, basterà puntare quel monumento per ottenere tutte le informazioni su quel preciso punto di interesse.

«Abbiamo deciso di sviluppare questa applicazione perché l'antica colonia romana di Liternum, fondata dai veterani di Scipione l'Africano, ci è sempre stata a cuore; ci sentiamo parte attiva del parco archeologico e volevamo dare un contributo di conoscenza, attraverso gli strumenti a nostra disposizione, per valorizzare questo sito, spesso in stato di abbandono e lasciato ai margini dei flussi turistici. Quindi ci siamo messi in gioco, andando a reperire più informazioni possibili sul Foro e sugli antichi monumenti liternini,  integrando le nozioni con foto a 360°, realizzate con una particolare tecnica che permette di visitare il Foro nella migliore risoluzione possibile».

V.R.M. Liternum sarà presto disponibile sia su Apple Store che su Android Store.
Lunedì 1 Luglio 2019, 14:11 - Ultimo aggiornamento: 01-07-2019 14:25
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP