Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Premio Biagio Agnes: il riconoscimento del giornalismo libero va in onda su Rai 1

Sabato 25 Giugno 2022
Premio Biagio Agnes: il riconoscimento del giornalismo libero va in onda su Rai 1

La drammatica testimonianza “sul campo” della guerra in Ucraina, ma anche il successo del festival di Sanremo, e poi la satira più dissacrante e la fiction impegnata. O ancora la politica, l’economia, lo sport, in un racconto puntuale che mette sempre al centro l’informazione di qualità e le questioni più scottanti, accanto all’intrattenimento e all’inclusione. Sono questi i temi che animeranno domani la XIV edizione del premio Biagio Agnes – premio internazionale del giornalismo e dell’informazione, la cui cerimonia di premiazione andrà in onda il prossimo martedì 5 luglio in seconda serata su Rai1. Il premio dedicato allo storico direttore generale della Rai per la prima volta si svolgerà a Roma, in piazza del Campidoglio, e ospiterà volti noti e illustri personaggi della comunicazione e del giornalismo: a condurre il tradizionale appuntamento su Rai1 torneranno Mara Venier e Alberto Matano, due volti televisivi molto amati che nel corso della serata daranno spazio a momenti di intrattenimento e di spettacolo, ma anche di riflessione.

Sul palco, i vincitori dell’autorevole riconoscimento: dal "premio Internazionale" a Mstyslav Čhernov, Evgeniy Maloletka e Vasilisa Stepanenko, Associated Press, per il racconto del conflitto russo-ucraino alle grandi professioniste dell’informazione come Monica Maggioni, direttrice del Tg1, che vince il "premio giornalismo televisivo”,  Monica Guerzoni si aggiudica il "premio carta stampata", mentre Maria Corbi e Francesca Sforza, premiate per il “giornalismo periodico”, e Ileana Sciarra, che riceve il “premio miglior cronista”. Il “premio giornalismo politico” è assegnato quest’anno ad Angelo Panebianco, il nuovo premio giornalismo digitale va a Marco Pratellesi e infine “premio giornalismo sportivo” è stato attribuito a Pier Bergonzi. Ad Amadeus va il premio per la televisione per il grande successo della 72a edizione del Festival di Sanremo; mentre il premio fiction e il premio cinema sono assegnati rispettivamente a Blanca, interpretata da Maria Chiara Giannetta, e al film I fratelli De Filippo, diretto da Sergio Rubini. E ancora, Michele Guardì riceve il prestigioso “premio speciale dell’edizione 2022”, mentre David Robert Gilmour, biografo, storico ed editorialista del settimanale britannico The Spectator, vince il “premio alla carriera”. Il “premio giornalista economico” va ad Alberto Orioli, il “premio per la radio” alla satira socio-politica di “Un giorno da pecora”, con i conduttori Geppi Cucciari e Giorgio Lauro. La storia di Enzo Paroli, l’antifascista che salvò il giornalista di Mussolini si aggiudica il “premio giornalista scrittore”; infine Camilla Mozzetti vince il “premio under 40”.

«Il Premio Agnes in questa edizione rivolge il suo primo pensiero ai giornalisti impegnati nel racconto sul campo della guerra in Ucraina, -dichiara la presidente Agnes-, in queste settimane la crisi internazionale ha riportato drammaticamente al centro dell’attualità la necessità di un racconto fatto direttamente dai luoghi del conflitto: moltissimi giornalisti in queste settimane hanno dimostrato il loro valore e continuano a farlo, raccontando la verità dei fatti con grande coraggio, anche se questo significa rischiare la vita». E aggiunge: «In un momento difficile come quello attuale, con il nostro paese che cerca di riprendersi dalla pandemia e con il conflitto alle porte dell'Europa, siamo ancora più motivati a portare avanti il premio Biagio Agnes, convinti che una manifestazione come questa possa contribuire a stimolare riflessioni e confronti”. 

Tenendo fede, fin dalla sua istituzione, all’obiettivo di tutelare e promuovere il giornalismo accurato e libero da condizionamenti, come strumento essenziale per interpretare la società globale in continua trasformazione, il Premio Biagio Agnes torna dunque a impegnarsi per valorizzare i professionisti del giornalismo. In questa fotografia della realtà, non poteva mancare l’attenzione alle donne, nella consapevolezza che una società matura è quella che garantisce una piena parità. Come da tradizione poi, la Fondazione Biagio Agnes assegna una Borsa di studio al primo classificato in graduatoria della Scuola Superiore di Giornalismo dell’Università Luiss di Roma, Francesco Di Blasi. 

Video

© RIPRODUZIONE RISERVATA