Casavola, De Giovanni e gli esponenti delle grandi religioni mondiali a colloquio sul dialogo interculturale e interreligioso

di Donatella Trotta

Quali spazi di dialogo sono possibili in un mondo continuamente sferzato da venti di guerra, locali e globali? E quale dialogo – autenticamente interculturale, e interreligioso – può riuscire a costruire società davvero cosmopolite e multipolari, imposte dalle sfide del presente?  A interrogarsi su questi ed altri temi eticamente sensibili della contemporaneità è il secondo seminario del corso di perfezionamento in Dialogo interculturale e interreligioso, promosso dal decano dei vaticanisti Rai Raffaele Luise in collaborazione con l’università L’Orientale di Napoli e in programma venerdì 17 novembre, dalle ore 15.30 alle 18.30, nella sala conferenze del Rettorato dell’università L’Orientale (palazzo Du Mesnil, via Chiatamone 61/62).

Dopo un primo appuntamento,  lo scorso 3 novembre, incentrato sul fenomeno delle migrazioni rivisitato con un fecondo approccio multidisciplinare, ora focus del confronto diventa il dialogo interculturale e interreligioso al tempo di papa Francesco: autorevoli rappresentanti del mondo laico e dei mondi religiosi raccolgono così l'invito di papa Francesco a instaurare un dialogo di amicizia, per promuovere una cultura dell'incontro e dell'interazione, in un cammino necessario che costituisce la risposta oggi indispensabile alle sfide cruciali del cambiamento epocale in atto. L'incontro sarà aperto dai saluti della Rettrice dell’Orientale Elda Morlicchio. Seguirà il dialogo tra due grandi figure dell’intellighenzia italiana, il filosofo e politico Biagio de Giovanni, già Rettore e Professore Emerito dell’Orientale, e il giurista Paolo Casavola, Presidente Emerito della Corte Costituzionale, sul tema: «Quale dialogo per la costruzione di società autenticamente cosmopolite e multipolari».

Il faccia a faccia tra i due grandi intellettuali dialogo sarà introdotto da un saluto del notaio Roberto Cogliandro, Presidente dell'Associazione dei Notai Cattolici Italiani (Ainc, che con il Mcl, Movimento Cristiano Lavoratori e il regno dei Santi Pietro e Paolo sostiene l’iniziativa, patrocinata dalla Fondazione Castel Capuano) e verrà moderato da Raffaele Luise, che dirige il Corso con la docente Chiara Ghidini, coordinatrice del Corso di Perfezionamento in Dialogo, articolato in tre Seminari.

La seconda parte dell'Incontro è dedicata alla tavola rotonda sul tema generale del Seminario, tra autorevoli rappresentanti delle diverse grandi religioni che sono in Italia: interverranno monsignor Gaetano Castello, Preside della Facoltà Teologica Meridionale; Adnane Mokrani, docente di islamistica al Pisai e alla Gregoriana e fine esponente del Sufismo; Maria Angela Falà, Presidente della Fondazione Maitreya di cultura buddhista; l’avvocato Franco di Maria, Presidente dell'Unione Induista Italiana e il professor Marcello Gentile, fondatore del Regno dei Santi Pietro e Paolo.
Giovedì 16 Novembre 2017, 20:40 - Ultimo aggiornamento: 16-11-2017 20:40
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP