Lavoro, allarme delle imprese: «Non troviamo 139mila persone da assumere per il made in Italy»

Lunedì 23 Settembre 2019
Lavoro, allarme delle imprese: «Non troviamo 139mila persone da assumere»

Lavoro, le imprese lanciano l'allarme: la formazione è la prima emergenza nazionale, tanto che stimano di non riuscire ad assumere 139mila lavoratori specializzati nei prossimi tre anni. La formazione «è la prima emergenza nazionale». Il presidente della Piccola Industria di Confindustria, Carlo Robiglio, rilancia l'allarme: «C'è una priorità nazionale che riguarda anche le imprese, quella dell'education e della formazione».

Reddito di cittadinanza, sanzioni più veloci per chi non cerca lavoro. Sì al collocamento privato

Reddito di cittadinanza, Inps: «Stop a chi firma contratti temporanei, e poi si riprende»
 

«Nei prossimi anni ci sarà un gap di posti di lavoro che le nostre imprese non riusciranno a coprire perché servono competenze tecnico-scientifiche che non si troveranno»: 139mila in tre anni, 2019-2021, è l'ultima stima, nei settori chiave del made in Italy.

Ultimo aggiornamento: 13:48 © RIPRODUZIONE RISERVATA