Convegno Banca Generali a Napoli: «Le aziende napoletane puntano all'estero»

Lunedì 8 Novembre 2021
Francesco Urraro e Stefania Manzo

Aiutare le imprese napoletane ad espandere il proprio business oltre i confini italiani, cogliendo le opportunità che il Made in Italy può offrire nel panorama internazionale. È stato questo il filo conduttore di “Ripensiamo il futuro: l’internazionalizzazione delle imprese italiane”, l’evento promosso da Banca Generali Private a Napoli lo scorso venerdì 5 novembre.

Nella straordinaria cornice dell’hotel Paradiso di Via Catullo 11, il team campano della banca private ha riunito alcuni grandi esperti di strategie di sviluppo societario. Nel corso della serata sono infatti intervenuti Vania Petrella, dello Studio Legale americano Cleary Gottlieb Steen & Hamilton LLP; Francesco Corbello, Strategic Partner del FDI Governmant of Dubai;  il Fondatore e CEO di Agenda Invest, Pierluigi Ciccone e il Sales Director dell’asset manager francese Amund Sgr. Oltre a loro è intervenuto quindi il senatore Francesco Urraro.

Sotto i riflettori degli esperti sono finite così le varie possibilità che oggi sono a disposizione degli imprenditori napoletani per ritagliarsi nuove quote di mercato in contesti esteri: dalle partnership strategiche alle operazioni di m&a, dalla ricerca di capitali per lo sviluppo alla finanza agevolata. Ha così commentato Stefania Manzo, District Manager di Banca Generali Private a Napoli: «La pandemia ha accelerato il progresso digitale e tecnologico, dando una ulteriore spinta a quel processo di globalizzazione che già era in atto in precedenza. In questo rinnovato contesto, stiamo assistendo ad un moltiplicarsi di opportunità per le nostre imprese che possono far leva sul brand napoletano e del Made in Italy. Per coglierle, occorre però ripensare integralmente il proprio modello di business, razionalizzando la governance e cercando partnership strategiche sui mercati di interesse».

© RIPRODUZIONE RISERVATA