Patto Enit-distretto turistico, via libera
ai monopattini in sharing in Costiera

Mercoledì 22 Luglio 2020

Con i monopattini in sharing via alla mobilità sostenibile in Costiera Amalfitana, poi arriveranno colonnine per le auto elettriche e bike elettriche.

«A Maiori abbiamo dato il via alla fase sperimentale dell’utilizzo dei monopattini elettrici in Costiera Amalfitana. Il Distretto Turistico sta cercando di sperimentare queste nuove forme di mobilità perché soprattutto i monopattini possono essere molto utili in futuro per il trasporto dell’ultimo miglio favorendo il collegamento marittimo. Dunque si potrà arrivare in Costiera via mare e noleggiare il monopattino per lo spostamento breve. Questi monopattini avranno una veolocità massima di 25 km orari. Faremo una sperimentazione per tre mesi cercando di raccogliere i dati che ci consentiranno di prendere determinate decisioni il prossimo anno. Stiamo però guardando anche oltre. Stiamo iniziando l’installazione delle colonnine per le auto elettriche nella speranza di favorire una mobilità green e dopo la fase di sperimentazione dei monopattini passeremo con ogni probabilità anche alle bici elettriche. Ci siamo proposti di seminare e lanciare delle idee per sensibilizzare le amministrazioni comunali verso questo tipo di cultura della mobilità leggera». Lo ha dichiarato Andrea Ferraioli, presidente del Distretto Turistico della Costiera Amalfitana.

«Ci troviamo in un anno di grande difficoltà per il settore turistico - ha affermato Maria Elena Rossi, direttore Promozione e Marketing di Enit -  ma anche di opportunità e cambiamento. La crisi ci ha portato a ripensare e ad accelerare alcuni processi soprattutto il tema della sostenibilità che è centrale per uno sviluppo equilibrato non solo del nostro Pianeta ma anche del turismo. Noi come Enit valorizziamo quelle iniziative che proprio questo fanno: valorizzano tutte quelle attività che aiutano ad una migliore esperienza. E l’esperienza parte dalla mobilità sostenibile dal rispetto per l’ambiente al plastic free. Siamo in Costiera Amalfitana, posto meraviglioso ed abbiamo messo in contatto giovani startup che hanno sviluppato un progetto innovativo con monopattini elettrici con gli albergatori. Si tratta di un’esperienza che parte dalla Costiera e si spera possa essere estesa al resto dell’Italia».

«Vogliamo portare la mobilità sostenibile in Costiera Amalfitana. Iniziamo la sperimentazione con questi primi 30 monopattini elettrici poi implementeremo anche con bike elettriche. Dopo aver scaricato l’app Elettrify sullo smartphone ed aver inserito i dati richiesti - ha affermato Alessandro Tordi, CEO e Cofondatore di Elettrify - basterà ricercare un hotspot nelle vicinanze dove recuperare il monopattino. Se disponibile, sarà possibile prenotarlo ed utilizzarlo immediatamente. Poi, al termine del viaggio, dovrà essere riposto presso l’hotspot di partenza. Si tratta di monopattini elettrici ottimizzati per lo sharing: hanno una autonomia fino a 60Km, dispongono di freno motore e di freno a tamburo, di gomme antiperforatura e di lucchetto a filo integrato. Possono raggiungere una velocità massima di 25 Km/h e garantiscono performance per pendenze fino a 15°». 

Una rivoluzione green in Costiera che si inquadra in un progetto sostenibilità più ampio con la piena sinergia tra varie ed importanti realtà: Invitalia, Enit, UniCredit, Distretto Turistico della Costiera Amalfitana con le 14 Amministrazioni Comunali, la Rete Sviluppo Turistico Costa D’Amalfi, Ente Parco Monti Lattari ed Area Marina
Protetta Punta Campanella.

«Prende il via - ha affermato Gianluca della Campa, responsabile del Programma Sostenibilità del Distretto Turistico della Costiera Amalfitana - grazie al Dostretto la prima sperimentazione sulla micromobilità elettrica. Il nostro intento è quello di dare alternative ai turisti in Costiera ma anche alla cittadinanza dell’ultimo miglio di modalità elettrica. Dunque cercare di risolvere o aiutare ad essere una delle soluzioni per risolvere le grosse problematiche di congestione e di inquinamento. Partiamo con una piccola flotta dislocata tra Vietri a Positano per poi implementarla in corso d’opera. I prossimi mesi, settimane, giorni, vedranno tante altre novità che andranno dalle colonnine elettriche alle bike. Il Distretto Turistico della Costiera Amalfitana sta cercando di posizionarsi in chiave di sostenibilità concretamente e non con slogan».

Nasce dunque il primo esperimento di trasporto intermodale in Costa d’Amalfi, che integra al trasporto marittimo l’ultimo miglio elettrico. Presenti all’evento anche Marcello Gambardella, Amministratore della TravelMar e Robert Piattelli,  Cofounder BTO Educational.

«Inizia una bellissima rivoluzione che tutela l’ambiente e mette la Costiera nelle condizioni di ripartire nel modo migliore. Ringrazio il Distretto Turistico, il presidente Andrea Ferraioli che sta mettendo in campo progetti innovativi di crescita - ha concluso Antonio Capone, sindaco di Maiori - e mi complimento per il lavoro che sta portando avanti». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA