Telecamere nascoste in hotel: «1.600 clienti spiati in stanza, i video in streaming sui siti porno»

Giovedì 21 Marzo 2019
Telecamere nascoste in hotel: «1.600 clienti spiati in stanza, i video in streaming sui siti porno»
Filmavano illegalmente i clienti d'albergo nelle loro camere da letto: e le immagini registrate, o spesso anche in diretta streaming, venivano trasmesse e postate su una piattaforma a pagamento con base all'estero. I clienti, ignari di tutto, sono circa 1.600: protagonisti inconsapevoli di un Grande Fratello in salsa piccante grazie alle telecamere montate in 42 stanze di ben 30 strutture alberghiere, sparse in 10 città. 

Sesso e droga con un 14enne amico della figlia: «Il nostro è stato amore»

L'incredibile storia è avvenuta in Corea del Sud: il «business», operativo da novembre fino agli inizi di marzo, ha permesso ai sospettati di raggranellare circa 7 milioni di won (6.210 dollari). Dietro tutta l'organizzazione c'erano quattro persone, che sono state arrestate dalla polizia che ha reso nota l'operazione: se riconosciuti colpevoli, i quattro rischiano una pena fino a 7 anni di carcere. 

Gli hotel si trovano in 10 città del centro e del sudest del Paese: la Korean National Police Agency ha fornito in una nota anche i dettagli dell'attività messa in piedi: i video erano realizzati da telecamere spia sistemate nelle scatole dei televisori, negli appoggi degli asciugacapelli e in altre apparecchiature elettriche.  Ultimo aggiornamento: 16:01 © RIPRODUZIONE RISERVATA