Aveva il reddito di cittadinanza, ma lavorava in nero al ristorante: maxi-multa a una donna

Percepiva il reddito di cittadinanza, ma lavorava in nero al ristorante: maxi-multa a una donna
ARTICOLI CORRELATI
0
  • 3680
Spunta un nuovo caso di furbetti del reddito di cittadinanza. Una donna è stata denunciata a Lecco e dovrà pagare adesso migliaia di euro di multa. Il caso è emerso dopo una serie di controlli a un ristorante della provincia lombarda. La donna, pur beneficiando del reddito di cittadinanza che si può ottenere solo se si è disoccupati, lavorava in nero nel locale. Per questo motivo è stata denunciata dai carabinieri del Nucleo ispettorato del lavoro del capoluogo, mentre la titolare dell'esercizio è stata multata per la mancata regolarizzazione contrattuale e per il mancato rispetto del Testo unico sulla salute e sicurezza sul lavoro (mancato aggiornamento del Documento di valutazione rischi).

Lavoro, caccia ai camerieri: centinaia di posti stagionali disponibili, ma richieste inevase

L'episodio è emerso nell'ambito dei servizi di controllo del territorio, con l'impiego delle diverse specialità dell'Arma. Nel ristorante della Valsassina sono state contestate alla titolare le violazioni amministrative. La lavoratrice in nero, di una cinquantina d'anni, risiede nel Lecchese.

Navigator, a luglio i contratti: da agosto operativi nei centri per l'impiego

 
Martedì 9 Luglio 2019, 18:14 - Ultimo aggiornamento: 09-07-2019 18:46
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP