LA FRANA DI ISCHIA

Ischia, la frana di Casamicciola: le ultime notizie in diretta, via all'evacuazione dalla zona rossa

Tutte le ultime notizie in diretta sulla frana di Casamicciola

L'allestimento del palazzetto dello Sport per gli sfollati di Ischia
L'allestimento del palazzetto dello Sport per gli sfollati di Ischia
Venerdì 2 Dicembre 2022, 10:01 - Ultimo agg. 3 Dicembre, 09:30

Prosegue l'evacuazione, soggetti fragili negli alberghi

 Il piano di allontanamento dei cittadini di Casamicciola dalle aree rosse è stato avviato poco dopo le 16, quando è scattata l'allerta meteo diramata dalla Protezione Civile. Le operazioni, sottolinea il Commissariato emergenza, stanno proseguendo, nonostante le difficoltà. Con le navette i residenti nell'area rossa sono stati trasportati al centro di raccolta predisposto presso il Palazzetto dello Sport di Ischia. Da qui, i cittadini, sono stati poi condotti nelle strutture alberghiere e ricettive, dove resteranno fino alla revoca dello stato di allerta. I soggetti fragili, invece, con priorità sono stati accompagnati direttamente presso gli alberghi, con le ambulanze ove necessario. Finora sono state impegnate circa 20 navette impiegate in 8 piazze delle aree rosse. Le strutture alberghiere e ricettive che ospiteranno i cittadini sono una ventina. 

Nuova frana a Lacco Ameno

Mentre è in corso l'evacuazione delle zone rosse di Casamicciola, a Lacco Ameno uno smottamento mette a rischio 5 case: pochi minuti fa i vigili del fuoco sono intervenuti in via Provinciale Fango, la strada che collega la parte costiera del comune lacchese con quella collinare, dove è franato un costone che costeggia la sede stradale. Sul posto anche la polizia municipale ed operai del comune; a breve si deciderà se la zona è sicura oppure bisognerà far sgomberare i residenti nelle cinque abitazioni che si trovano sopra il costone.

Peggiorano le condizioni del ferito ricoverato

In merito alle condizioni del paziente trasferito da Ischia all'ospedale Cardarelli di Napoli lo scorso sabato 26 novembre, travolto dalla frana di Casamicciola, l'ospedale comunica il permanere della prognosi riservata. La grave problematica respiratoria intervenuta a seguito dell'inalazione di fanghi e acqua da parte del superstite appare permanere. Nelle ultime ore la situazione non è evoluta positivamente ma, viceversa, si è presentata con maggiore complessità. Il nuovo quadro clinico ha indotto i sanitari del Cardarelli a trasferire il paziente dal reparto Trauma Center - deputato alla prima gestione dei traumatizzati nella fase critica - alla terapia intensiva del Dipartimento di Emergenza.

Evacuazione a ostacoli, molti non lo sanno

In un silenzio irreale ha preso il via l'evacuazione delle zone rosse di Casamicciola dove circa 1.300 persone sono state invitate a lasciare per stanotte le loro case per l'allerta meteo gialla e la previsione di oltre 40 millimetri di pioggia in arrivo sull'isola nelle prossime ore.

Tra le varie zone da evacuare anche quelle di piazza Marina e dei rioni attorno: le notizie circa lo sgombero delle case, dicono alcuni residenti, «sono arrivate tardi e non del tutto complete» così che un anziano, residente in via Parodi, non si è potuto organizzare. «Nessuno ci ha detto nulla, ma chi ci deve venire a prendere, il Padreterno ?» ha esclamato in dialetto ai cronisti ed ai vicini di casa che in questi minuti sono tutti in strada per capire il da farsi. 

È operativo il piano speditivo di Protezione civile

È diventato operativo a Casamicciola il piano speditivo di Protezione civile che prevede l'allontanamento temporaneo di oltre mille persone dalle aree interessate dalla frana del 26 novembre scorso.

Il piano, che durerà fino alle 16 di domani, è scattato in concomitanza con l'inizio dell'allerta gialla sull'isola d'Ischia. Per le aree rosse previsto un servizio di navette per consentire il trasferimento dei cittadini presso le strutture ricettive disponibili. Le forze dell'ordine garantiranno il servizio antisciacallaggio. 

Ecco gli otto i punti di raccolta

Sono otto i punti di raccolta per i cittadini di Casamicciola che dovranno raggiungere in navetta gli alberghi dell'isola. Si tratta di piazza Maio, La Rita, via De Rivaz (parrocchia Santa Maria Maddalena), corso Garibaldi (parcheggio pubblico), via Principessa Margherita (di fronte istituto Mattei), piazza Marina (stazionamento taxi), via Eddomade parcheggio (altezza Hotel Approdo), via Vittorio Emanuele (incrocio via Cretaio).

Gli angeli del fango si arrendono alla pioggia

Nonostante il cielo plumbeo e la pioggia che è cominciata a cadere dalle 8 e mezza almeno una settantina di ragazzi ischitani (quasi tutti studenti), quelli ormai conosciuti come gli «angeli del fango», era arrivata di buon mattino a piazza Bagni per continuare a spalare il fango franato dalla cima dell'Epomeo sabato notte. Le condizioni della zona oggi non sono tali da poterli fare operare in sicurezza visto che, dopo pochi minuti di pioggia, si è formato nuovamente un fiume di fango argilloso che sta scorrendo tra le case e le strade rendendo tutto scivoloso e col rischio che intensificandosi le precipitazioni si verifichino altri distacchi franosi o vengano trascinati a valle massi e detriti in bilico. 

Centinaia di letti nei palazzetti dello sport

«I palazzetti dello sport dell'isola di Ischia sono attrezzati e ci può andare chi è in zona verde (e quindi non è oggetto di allontamento precauzionale che riguarda chi si trova in zona rossa, ndr) e si sente in pericolo». Lo ha detto il commissario del Comune di Casamicciola, Simonetta Calcaterra, in conferenza stampa. Nei palazzetti dello sport sono in allestimento centinaia di letti in caso di aumento di rischio.

«Non dovrebbe esserci una precipitazione violenta»

«Le previsioni metereologiche sono difficili dalle 16 di oggi ma abbiamo un'allerta gialla, quindi l'evacuazione è una precauzione. Non dovrebbe esserci una precipitazione violenta ma la zona già colpita da frana è particolare perché c'è molto fango e anche poca acqua può diventare pericolosa». Lo ha detto in conferenza stampa la commissaria straordinaria del Comune di Casamicciola Simonetta Calcaterra.

«Nella zona ferita - ha aggiunto - è importante che i cittadini vengano accompagnati in zona più sicura». 

Arriva il piano di evacuazione dalla zona rossa

Sarà emanato «nelle prossime ore un piano speditivo di allontanamento preventivo dalla zona rossa di Casamicciola». Lo ha annunciato il commissario per Casamicciola, Giovanni Legnini. La zona rossa riguarderà due aree di rischio. Ad oggi è presumibile che la durata sarà di due-tre notti. 

Sono circa 1.100 le persone che saranno evacuate: è stata acquisita la disponibilità dei posti negli alberghi di Ischia. Oltre agli alberghi, ci saranno palestre attrezzate e palazzetto dello Sport per ospitare gli sfollati. 

È allerta meteo di colore giallo dalle 16

La Protezione civile della Regione Campania ha emanato un avviso di allerta meteo di colore giallo valido a partire dalle 16 di oggi su Ischia e sulle zone 1 e 3 che comprendono Napoli, Isole, Area Vesuviana, Piana Campana, Costiera Sorrentino-Amalfitana, Monti di Sarno e Monti Picentini. 

Il centro funzionale e la sala operativa seguono costantemente l'evolversi della situazione.

Borrelli a Casamicciola: «Finalmente si muove il governo»

C'è anche il deputato Francesco Borrelli a Casamicciola: «Non eludere il fenomeno dell’abusivismo. Finalmente anche il governo ha riconosciuto la questione del cambiamento climatico». 

Il commissario Legnini incontra la stampa

È stata convocata per questa mattina alle 10, presso la sede del centro operativo istituito a Casamicciola Terme, la conferenza stampa del commissario Giovanni Legnini, della protezione civile e dei sindaci di Ischia, sull’ordinanza relativa alle zone rosse in vista della possibile allerta meteo. Nel corso dell’incontro verranno illustrati i dettagli delle misure di prevenzione che saranno assunte già dalle prossime ore. 

Via libera dal Consiglio dei ministri al cosiddetto decreto Ischia, che a cinque giorni dalla tragedia che ha causato 11 vittime e un disperso, dispone interventi urgenti a favore delle popolazioni colpite dall’alluvione e dalle frane.

Il decreto, in particolare, prevede misure a favore degli abitanti di Casamicciola e Lacco Ameno. Per loro, sono stati sospesi i termini dei versamenti tributari, inclusi quelli derivanti da cartelle di pagamento emesse dagli agenti della riscossione fino al al 30 giugno 2023. Inoltre, l’esecutivo ha deciso la sospensione, fino al 31 dicembre 2022, dei termini processuali e dei giudizi civili e penali presso il Tribunale di Ischia o di altri Tribunali nel caso in cui la parte o il difensore siano residenti nella zona colpita dall’alluvione. Stessa sospensione anche per i giudizi amministrativi, contabili, tributari e militari. Infine, il decreto proroga al 31 dicembre 2023 il termine per la cessazione della Sezione distaccata insulare di Ischia, attualmente fissata al 31 dicembre 2022. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA