Napoli, il console più giovane d'Italia e l'ambasciatore del Congo incontrano le istituzioni civili ed ecclesiali

Venerdì 16 Luglio 2021
Napoli, il console più giovane d'Italia e l'ambasciatore del Congo incontrano le istituzioni civili ed ecclesiali

Martedì 13 luglio, la città di Napoli ha accolto l'Ambasciatore della Repubblica Democratica del Congo, Fidèle Khakessa Sambassi, giunto in città per incontrare, con il neo Console, l'avvocato Angelo Melone, le Istituzioni civili ed ecclesiastiche locali, nella prospettiva di future sinergie.

Dopo una prima sosta ufficiale, presso la sede del Consolato della RDC in piazza Bovio, la delegazione è stata in visita presso il palazzo del Governo della Prefettura, dove l'arrivo è stato celebrato con il solenne saluto delle forze dell'ordine e con una calorosa cerimonia di benvenuto, tenutasi nella Sala del Prefetto di Napoli, Marco Valentini. Durante l'incontro, si è dato luogo ad un primo confronto sui temi di interesse generale per entrambi i Paesi anche in attesa del prossimo G20, a cui parteciperà anche la RDC in rappresentanza dell'Unione Africana,  con ben due ministri quello dell'Energia e dell'Ambiente e il ministro dello sviluppo economico che ricopre anche il ruolo di vicepremier. 

Al termine dell'appuntamento con il Prefetto, la visita istituzionale è proseguita nella sede del Consiglio Regionale della Campania, dove ad accogliere la delegazione diplomatica c'era il presidente della commissione permanente del Consiglio, onorevole Giuseppe Sommese, il vice presidente della Giunta Regionale Fulvio Bonavitacola, altri consiglieri e per l’imprenditoria partenopea acuni dei rappresentanti di Confindustria. Ed è proprio con alcune eccellenze della categoria produttiva campana che l'Ambasciatore e il Console, in un'ottica di rafforzamento dei rapporti bilaterali, in tema di politica estera ambientale-economica, hanno valutato la possibilità di potenziali partnership per creare opportunità di sviluppo economico nella Repubblica Democratica del Congo.

Si è valutata la possibilità della realizzazione di imprese nella R.D.C. Made in Italy, capaci di sfruttare le proficue materie prime esistenti e le grandi opportunità del paese africano, creando così un ponte di «scambio risorse - Know How» tra i paesi. L'incontro si è chiuso con la consegna del vessillo della Regione Campania, come simbolo di apertura e stima, da parte dell’onorevole Sommese che ha la delega per i rapporti internazionali . Prima di giungere dal sindaco Luigi De Magistris per l'ultima visita con le Istituzioni Civili, l'Ambasciatore e il Console Melone sono stati ricevuti dal nuovo arcivescovo di Napoli, monsignor Domenico Battaglia. «E’ stata la visita più emozionante e coinvolgente sul piano emotivo e spirituale» afferma il Console Melone, «Don Mimmo» perché è così che ha preferito essere chiamato «è una rappresentanza eccelsa della curia per il suo costante impegno umanitario dove si è sempre esposto in prima persona interessandosi ai più deboli e bisognosi, tanto da essere chiamato il prete di strada», ed anche in quest’occasione ha espresso il suo sogno di conoscere l’Africa, mostrandosi disponibile a sostenere la fondazione del dottor Denis Mukwege, premio Nobel per la pace 2018, medico, pastore protestante e attivista congolese, massimo esponente mondiale nel campo della traumatologia degli organi interni delle donne vittime di stupro.

La visita ufficiale è terminata a Palazzo San Giacomo, dove il sindaco Luigi de Magistris, ha ricevuto la delegazione diplomatica congolese, e nell'affrontare le varie tematiche collegate anche all'importanza del G20 ministeriale, ha manifestato entusiasmo alla proposta del conferimento di una laurea ad honoris causam al premio Nobel dottor Denis Muwege, da una delle università partenopee. Con l'occasione, il sindaco ha consegnato all’Ambasciatore, come orpello della città, il crest ufficiale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA